Ieri c’è stata la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Vignaioli e vignerons”, in Regione Toscana, una manifestazione davvero notevole, che coinvolge oltre mille vignaioli,  provenienti da 20 nazioni, le principali produttrici di vino: ampi servizi sulla questione li potete trovare qui, nel sito ufficiale, e poi una sorta di cronaca di tutti i giorni direttamente nel sito di Winenews. Da parte mia, partecipo all’evento conducendo tre degustazioni:la prima dedicata al Tignanello, il 4 dicembre, direttamente nella tenuta degli Antinori, ” Una splendida annata”, in palazzo Strozzi Sacrati in piazza Duomo a Firenze, il 9 dicembre alle 18.30 e poi il 10 dicembre, in una chiesa sconsacrata di Piazza Tasso, sempre in città, “Santo è il suo nome”, degustazione di Vin Santo accompagnata dal suono del violino. Sono tante le occasioni di incontro e dibattito: oggi esordisce Carlo Petrini con il suo libro dedicato a Terra Madre, considerato che il 10 dicembre sarà il “Terra Madre Day”, festeggiato in tutto il mondo. Lo presenta in Palazzo Vecchio, nel Salone dei Cinquecento..mica pizza e fichi, verrebbe da dire! Mi piace sdrammatizzare un po’quest’aurea che circonda Carlin ,diventato una sorta di papa laico: quando si muove lui, le persone parlano sottovoce, viene circondato da una serie di personaggi più realisti del re che cercano sempre di proteggerlo, quasi fosse una divinità da toccare! Di cose grandi ne sta facendo e ne farà ancora in futuro, magari, ogni tanto, potrebbe essere lasciato un po’ più tranquillo: sembra che non si possa più permettere battute o scherzi, almeno a livello ufficiale, poi con gli intimi sarà il Carlo di sempre! Per chi ha voglia di venire in Toscana, tante occasioni per divertirsi, fateci un pensierino per il ponte dell’8 dicembre!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. Purtroppo mi risulta che in questa manifestazione siano stati investite diverse centinaia di migliaia di Euro dalla Regione e che la comunicazione degli eventi e della esistenza della manifestazione stessa sia stata comunicata a (fior di..) produttori e consorzi solo 3 settimane prima….Ti puoi immaginare con quale possibilità di promuoverla a livello nazionale o internazionale!!… Al massimo si poteva sperare nella rete dei collegamenti Lazzi o Sita per avere qualcuno da fuori.. Che non fosse il tributo da pagare a Carlin, per avere la Toscana nel suo radar???.. Ad meliora!