Li detesto, quelle ridicole palline gonfiate a forza di calore e burro. Hanno rovinato l’esistenza delle nuove generazioni, quando si impossessano delle loro mani nei cinema, quando rovinano le narici con un odore acre e sgradevole. Da piccolo li facevo solo per vederli scoppiare, mi divertiva poi mangiarli con un po’ di sale, ma la consistenza cartonata mi ha sempre fatto pensare agli oscuri motivi che mi facevano infilare grasso inutile nelle arterie. Ho tentato la via dello zucchero ma è stata ancora peggiore. Non hanno abbinamento valido di sorta, non conquistano i golosi e nemmeno soddisfano gli inappetenti. Insomma, la loro scomparsa mi farebbe continuare a dormire sonni tranquilli…o vogliamo fare un Presidio anche per loro?..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 Commenti

  1. ….va bene, ognuno ha i propri gusti…. però Professore, la prego, li lasci mangiare ai suoi figli quando vanno al cinema con gli amichetti, altrimenti è un attentato alle gioie infantili!
    E alzi la mano chi non ha mai preso Pop Corn e Coca-Cola al cinema……

  2. quelli del cinema vero… impestano la sala di quell’odore di burro rancido… ma quelli fatti in casa con l’olio di semi e poco sale… buoni!! mentre si gioca a carte nelle domeniche pom d’inverno o con un altrettanto filmetto sul divano

  3. Burro ?

    Premesso che non adoro i pop-corn sebbene non mi dispiacciano (Esclusivamente in versione salata)… rappresentano uno snack assai piu’ salutare di quanto si possa pensare.
    I grassi sono ridottissimi visto che per cuocere necessitano di pochissimo olio.
    A differenza di patatine fritte & C. sarebbero senz’altro da preferire.
    Anche perche’ contengono una quantita’ non trascurabile di “buone” proteine.

    Stefano.