Sembra incredibile, lo so, ma c’è chi ancora si ostina a mangiare la minestra con il sottofondo musicale. Inappuntabili signore, distinti gentiluomini, all’avvicinarsi del cucchiaio alla bocca, forse per la paura che l’impatto risulti bollente, non esistano a mettere in moto una turbina nascosta all’interno del cavo orale per risucchiare senza bruciarsi la crema o la minestra. E la dolce melodia prosegue malgrado che un pubblico di astanti soffra ad ogni nuovo acuto. Ma gli artisti risultano insensibili alla massa per il gran  finale della scodella che dona libero sfogo al loro virtuosismo. proporre loro un piatti di pasta è sconveniente?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 Commenti

  1. Ho smesso da tempo l’uso, e l’abuso, del cucchiaio. Trovo che sia meglio, e più tipico per i rozzi, portare direttamente alla bocca il piatto,(seduti, spalle dritte e testa alta) applicare le labbra al bordo e accendere , come dici tu, la turbina. Ecco!
    Anche in questo sistema si può fare distinzione tra il rozzo e il maleducato.
    Il rozzo applica il sistema pari pari come ho specificato.
    Il maleducato, o finto educato, (onnipresente) porta la bocca al piatto (fermo sul tavolo) allungando a dismisura il collo a mò giraffa, anche se usa le posate. Orribile!

  2. Leonardo dovresti sentire la mia dolce nonnona che popo’ di sinfonie mi esegue a tavola…lo so e’ una tortura…ma le voglio tanto bene!!!

  3. “proporre loro un piatti di pasta è sconveniente?”….basta che non siano spaghetti, linguine o peggio bucatini…..altrimenti altro che risucchio…VORTICE!!