Niente di più afrodisaco di un piatto di salsicce e fagioli. Può sembrare un’affermazione forte, ma se pensiamo alla pietanza, viene spontaneo abbinarla ad un piacere libidinoso.L’unto che fuoriesce dalla lenta cottura forma un amalgama con i fagioli di avvolgente gustosità, al quale si può abbinare il profumo gradevole dato dalla salvia e al rosmarino impiegati nel soffritto. C’è l’aglio, d’accordo, ma se entrambi i contendenti mangiano lo stesso cibo(meglio in questo caso dallo stesso piatto!) è un problema che si può facilmente risolvere. Si crea un legame particolare, che fa cogliere ai due astanti l’ultimo pezzetto di salsiccia con le mani e da lì ogni azione successiva sarà un preludio difficlmente frenabile a cosa accadrà nel dopo cena. Pecco di fantasia?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 Commenti

  1. Leonardo da poeta culinario quale sei hai reso anche savuciccia e fagioli un idillio romantico!!! Ma allora rape e salsiccia? Dove li mettimano???

  2. …no leonardo, non pecchi di fantasia, con gli stimoli giusti poi…il racconto erotico-culinario è molto interessante, ma ci vuole molto talento se non si vuole rischiare di cadere sul banale o sul volgare…