Non avendo ancora aperto il ristorante che porta il suo nome all’Hotel Majestic, in Via Veneto, con Filippo sono riuscito ad andare a mangiare in un ristorante di quelli “tipici” romani: cacio e pepe, rigatoni con la pajata, amatriciana, i vari fritti..nel mentre del pasto, insieme ad altre tre persone, non ho contato in quanti si sono fermati a chiedergli quando ci sarebbe stata l’inaugurazione del locale. Sarà a fine aprile, e sembra di capire che diventerà un evento epocale. Già si annunciano video e telecamere in cucina, soluzioni avveniristiche per la pasticceria, sale deliziose. La sua cucina divide soprattutto i critici, il popolo invece..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento