Ci si chiede sempre quando inizia una moda, quali sono gli elementi che convincono le persone a mangiare un alimento rispetto ad un altro. Negli anni 80 è stato il momento della rucola, che come i film di Lino Banfi è stata quasi rivalutata, è stato il periodo precedente delle penne al salmone, e poi ora il tonno. Da piccolo si mangiava solo quello in scatola, ma poi è iniziata la moda di mangiarlo fresco. Complice forse il sushi, di fatto lo si mangia in tartare, crudo marinato o al naturale, sotto forma di tagliata ala griglia, spadellato ovviamente cosparso di sesamo. E’ diventato un cibo ovvio, che non dà quasi emozioni, fino a ce non si trova quello veramente buono che regala momenti di vero piacere. Cosa influneza il nostro gusto? Siamo teleguidati anche in campo gastronomico?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. Io invece l’ho assaggiato ieri sera un buon tonno al ristorante il Garibaldi Innamorato di Piombino..ed era lesso..ma lessato nel brodo..e con tutti gli odori, alla vecchia maniera..un pasto semplice capace di far tornare alla memoria sapori quasi dimenticati