Da lontano risplendeva in maniera sopraffina: più la guardavo e più aumentava il desiderio. Sarà stato per la sua maniera di porsi, sempre disponibile, affettuosa, oserei dire materna. Come mi avvicinavo a lei, rimanevo inebriato da un profumo che, la vicinanza, faceva avvertire in maniera sempre più evidente. Quando la presi si presentò nuda, sì, ma dolce, avvolgente come non mai: che strane sensazioni regala la camomilla da malati..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 Commenti