Non sono assolutamente corretto e mi piace esagerare quando si tratta di parlare di cibo estremo: non solo insetti e scarafaggi, per Diana!, anche  prodotti italiani combinati insieme per “Just for one meal”, ovvero una session unica e non replicabile, anche perché sarebbe un problema riuscire a preparare e digerire pietanze volutamente non equilibrate, per godere di una avvolgenza e cremosità che devono rimanere indelebili nel ricordo , per poi attendere ancora per un anno. Quindi, a voi la prova

INGREDIENTI PER 6 PERSONE: 600 g di cotechino lessato e sbucciato, 2 tuorli d’uovo, pepe nero, noce moscata, 300 g di patate lessate e passate, 50 g di parmigiano, 50 g di olive nere snocciolate, 100 g di nocciole tritate, 100 g di pangrattato, 500 g di strutto, 200 g di mascarpone, 150 g di lenticchie lessate, 1 rametto di rosmarino, 3 foglie di salvia, uno spicchio di aglio, un mazzetto di menta

Tritare finemente il cotechino e mescolarlo alle patate, insieme ai tuorli d’uovo, il parmigiano, le olive tritate, insaporendo il tutto con pepe e noce moscata. Far riposare in frigorifero per circa un’ora, quindi formare le polpette. A parte, saltare le lenticchie in padella con poco strutto, aromatizzato con salvia, rosmarino e aglio tritati finemente, aggiustando di sapore con sale. Tostare le nocciole in forno leggermente quindi unirle al pangrattato per formare la panatura, dove passare le polpette, fatte transitare prima negli albumi rimasti delle uova . Friggere le polpette nello strutto bollente, quindi servirle sulle lenticchie calde e accompagnate dal mascarpone fatto sciogliere a bagnomaria ed aromatizzato alla menta.

Credits photo my-personaltrainer.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento