Parlare di trattoria per un albergo 5 stelle può apparire avventato, non c’è dubbio, ma la formula ha un suo motivo: stimolare le persone a mangiare in un ambiente informale, come il patio nel parco dell’hotel, specialità meno elaborate anche se, ad onor del vero, non mancano piatti con ingredienti di lusso. La trattoria è aperta tutti i giorni, la sera è possibile mangiare la pizza e gustare specialità del barbecue, a pranzo la scelta è tra insalate, sandowiches, piatti freddi ed una proposta limitata di primi piatti. Antipasti accattivanti, come la tartare di tonno, servita con il gazpacho verde, presentazione appena “trasandata”, ma un bel contrasto di sapori in bocca; meno felici i gamberi al vapore con panzanella di farro: buoni e succosi i crostacei, non cotto alla perfezione e poco profumato il farro. Tenero e gustoso il vitello tonnato, con la carne bene in vista e la salsa equilibrata, corretti i cautarogni lucani ai frutti di mare, ben eseguiti. La proposta dei vini è una selezione della grande carta del ristorante e si può scegliere anche al bicchiere. Gli antipasti e i primi variano dai 22 ai 28 euro, secondi dai 29 ai 48. Servizio molto professionale, attento e curato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento