Che anche un dolce possa diventare oggetto di disputa politica non deve stupire in questa Italia dei campanili, e quindi già si guerreggia tra Veneto e Friuli Venezia Gulia sull’effettiva paternità: ma qui si tratta del tiramisù, il dolce nazionale per eccellenza, quello che si mangia nel rifugio valdostano come sulla spiaggia di Pachino, indifferente alle stagioni, grasso, opulento, goloso, che piace veramente a tutti, e che qualcuno arriva a definire “leggero”, insensibile ai rossi d’uovo, allo zucchero e al mascarpone che lo compone. Sì, ma si tratta sempre di un dolce che vanta innumerevoli tentativi di imitazione,che ha superato le leggi dell’HACCP e che quindi viene fatto con i tuorli d’uovo crudi in alcuni locali che si sono attrezzati all’uopo,, che alimenta le discussioni su chi lo vuole con i Pavesini(sì lo so qualcuno si straccerà le vesti) e chi con i savoiardi, per non parlare della terza via del Pan di Spagna. Immancabile ad ogni compleannoche si rispetti, ha il potere di far crollare le migliori intenzioni di chi vorrebbe stare “attento” a tavola, soprattutto se la crema è maggioritaria rispetto al resto. Chi lo ha inventato? Quasi impossibile dirlo, come chiedere chi ha inventato gli spaghetti al pomodoro o le trenette al pesto. Non siamo in Francia, la cucina è sempre stata popolare, il copyright sulle ricette non esiste e in pochi e solo in tempi recenti, hanno legato il proprio nome ad un piatto: Marchesi con il “raviolo aperto” o il “Risotto con la foglia d’oro”, Pierangelini con la “Passatina di ceci e gamberi” ma le specialità pop rimangono tali e quindi senza famiglia di origine. Comunque, voi, come lo fate il tiramisu? Credits dolcepasticceria.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. Io non adoro queste versioni con interno troppo “blando” provate a farlo con le mitiche “Marie” (Oro Saiwa), niente cacao in polvere ma abbondante ed altrettanto vintage Carrarmato Perugina fondente (o qualsiasi anche migliore tavoletta di cioccolato) sbriciolato..si formano ovviamente varie grandezze di briciole e questo è…il “su” bello quando si trova la “cicca” di cioccolato sotto il dente….fatelo stare un bel pò in frigo prima di mangiarlo…versione più maschia…poi mi rammenterete…