Uno sguardo al 2006 e sembra di veder scorrere un film: la crisi galoppava, c’era chi non se n’era accorto e chi invece, andando controcorrente, rilanciava. Sembra una follia la proposta, fatta poco prima,  di Davide Paolini a Pitti Immagine, quella di organizzare una mostra mercato di eccellenze gastronomiche, Taste appunto, inserita in un contesto diverso dal solito, la Stazione Leopolda, allora diventata da poco centro per esposizioni. L’esperienza nell’organizzare eventi nel settore moda, unita al fiuto del Gastronauta, nel ricercare produttori di qualità in campo agroalimentare. Il vino che entra come supporto e non come protagonista assoluto: anche questo è un elemento di rottura rispetto al passato, e dopo qualche edizione Fuori di Taste, la città che si anima attraverso una serie incredibile di eventi che rendono viva la sera e non solo. 10 anni vissuti entusiasticamente, sempre sulla breccia, con i produttori che continuano ad aumentare, con gli occhi puntati da parte degli operatori che hanno sempre più voglia di scoprire nuovi giacimenti gastronomici (Davide Paolini docet!). La vera sfida probabilmente parte dopo dieci anni: cosa inventarsi di nuovo? Si, perché è proprio quando le cose vanno bene, che tutto è in crescita che si decide di cambiare e rinnovarsi, un po’ come succede nel settore della moda 🙂 . E quindi, tante le proposte da valutare da parte degli organizzatori: Taste come format da portare in giro per il mondo?  O Fuori di Taste che allunga e diventa la settimana food fashion style, che attira i visitatori anche senza entrare in fiera, come succede a Milano per Fuori Salone del mobile? Intanto di seguito le novità do quest’anno, che sono sempre tante, il programma completo di TASTE e FUORI DI TASTE ed il consiglio di arrivare presto, perché sarà sicuramente presa d’assalto!

Pitti immagine loves MINI / MINI joins pitti immagine @ TASTE

In occasione del 10° anniversario di Taste, MINI firma una speciale partecipazione al salone. Un nuovo sodalizio creativo tra due mondi, quello di MINI e quello di PITTI IMMAGINE, che in comune hanno valori e obiettivi, legati a un approccio all’insegna dell’innovazione e delle scelte più unconventional. La presenza di MINI a Taste rientra in una serie di progetti in cui la dimensione lifestyle sarà uno dei tratti essenziali e lo storytelling la parola d’ordine per coinvolgere il pubblico. TASTE & MINI vi aspettano. A porte aperte!

 Taste 9- la manifestazione - 033Taste 9- la manifestazione - 033

La magia del vetro a Taste, con le bottiglie di VETRERIA ETRUSCA

A Taste andrà in scena anche un’esplosione di creatività firmata Vetreria Etrusca. Leader nella produzione di contenitori speciali in vetro, con sede a Montelupo Fiorentino, l’azienda produce un’ampia gamma di bottiglie e vasi per uso alimentare – oltre 1000 articoli declinati in varie capacità nei tre colori: Extrabianco, Mezzobianco e Verdetrusco – ed è caratterizzata da una particolare sensibilità creativa e progettuale, e da una grande attenzione per l’eco-compatibilità della sua produzione. Vetreria Etrusca sarà protagonista di una scenografica installazione di bottiglie che accoglierà i visitatori all’ingresso della Stazione Leopolda; e ancora una composizione artistica di 1000 bottiglie in formato Maxi creerà un’originale fila di paralumi, a illuminare il Taste Tour. Il progetto di allestimento sarà curato da Alessandro Moradei.

 

Il “PREMIO TAVOLETTA D’ORO” per la prima volta a Taste

Domenica 8 marzo alle ore 12.00, nell’area Taste Ring, debutta il Premio Tavoletta d’Oro. Alla Stazione Leopolda, l’edizione 2015 ( la 13°) vedrà sul palco i migliori cioccolatieri d’Italia, selezionati dalla Compagnia del Cioccolato, l’associazione di riferimento per i consumatori e cultori del “cibo degli dei”, che ne tutela il consumo, verificando la qualità dei prodotti. La premiazione sarà presieduta da Gilberto Mora, Presidente Nazionale della Compagnia del Cioccolato. Queste le categorie in gara: “latte e latte ad alta percentuale di cacao”, “fondente e cacao d’origine”, “aromatizzati e speziati”,  “gianduja”, “creme spalmabili”, “frutte e canditi ricoperti”,  “praline” e, infine, “modicano”.

GUIDO TOMMASI EDITORE e “L’insostenibile leggerezza del leggere”Taste 9- la manifestazione - 071Taste 9- la manifestazione - 071

Con oltre 250 titoli, Guido Tommasi Editore è il riferimento in Italia per i libri di gastronomia.

Tra le pagine dei loro volumi, personaggi di spicco della letteratura e dell’arte come Simenon e De Filippo, e immagini degli illustrati impreziositi da uno stile iconografico innovativo e unico diventato il loro “marchio di fabbrica”. E Guido Tommasi Editore torna a Taste con un allestimento insolito, firmato da Marco Marzini: una cornice ideale per i libri in grado di regalare emozioni non solo di carta. Titolo e tema di questa edizione è L’insostenibile leggerezza del leggere: nelle pagine di un libro trovate tutto quello che vi serve, un bagaglio leggero che vi accompagna per la vita… perché leggere è come respirare e nulla è più leggero dell’aria!

 La mostra “DOLCI TRIONFI E FINISSIME PIEGATURE” a Palazzo Pitti:
una speciale collaborazione e un’anteprima per gli operatori di Taste

A Palazzo Pitti, in Galleria Palatina nella cosiddetta Sala di Bona andrà in scena la mostra DOLCI TRIONFI E FINISSIME PIEGATURE. Sculture in zucchero e tovaglioli per le nozze fiorentine di Maria de’ Medici (10 marzo – 7 giugno), un evento in occasione dell’EXPO 2015. Curata da Giovanna Giusti e Riccardo Spinelli, e dedicata alla rievocazione del banchetto tenutosi a Palazzo Vecchio la sera del 5 ottobre 1600 per le nozze fiorentine di Maria de’ Medici, la mostra vedrà anche la speciale collaborazione tra Pitti Immagine e la Galleria Palatina di Palazzo Pitti, diretta da Matteo Ceriana: sabato 7 e domenica 8 marzo, dalle 15.30 alle 19.30, per gli espositori, i buyer e la stampa accreditati a Taste ci sarà l’opportunità di visitare in anteprima la mostra, presentando il biglietto di ingresso al salone. Sempre in occasione della mostra e dei dieci anni di Taste, Pitti Immagine collabora alla realizzazione di uno speciale film, un making of dedicato al lavoro della Fonderia del Giudice – antica fonderia artistica fiorentina – che realizzerà le sculture in zucchero, e a quello delle maestrali piegature di tovaglioli dell’artista Joan Sallas, che per l’esposizione di Palazzo Pitti rielaboreranno le straordinarie creazioni che furono messe a punto per lo storico banchetto nuziale.                                                                                           Mostra Dolci Trionfi_Opera Castello di Joan Sallas (da Mattia Giegher Trattato delle piegature, 1629)Mostra Dolci Trionfi_Opera Castello di Joan Sallas (da Mattia Giegher Trattato delle piegature, 1629)

 FUMOIR @ TASTE 2015

Tra i progetti speciali anche il nuovo Fumoir di Taste, nel dehors a lato della Stazione Leopolda, come area di aggregazione e relax per offrire un tocco di novità e di stile. In collaborazione con Club Amici del Toscano e Spazio Fumoir, il nuovo progetto Taste Fumoir ospita incontri moderati dal Fumenogastronomo Fabrizio Franchi, attraverso le tecniche di degustazione dei più rappresentativi Vini, Cioccolato, Caffè e Distillati in abbinamento ai sapori e all’effluvio dei migliori puff nazionali. Presente anche la preziosa partecipazione della sigaraia della Manifattura Tabacchi di Lucca, e il calore della pelle scamosciata di Sciarada, finemente utilizzata nei cuscini, negli humidor e negli scaldagambe che completano l’esperienza unica delle soste golose.

 La speciale mostra fotografica della bookzine

DISPENSA, GENERI ALIMENTARI & GENERI UMANI

Alla Stazione Leopolda va in scena anche una selezione degli scatti fotografici più belli apparsi sulla rivista Dispensa, Generi Alimentari & Generi Umani, il magazine da collezionare dedicato a tutti gli amanti del cibo e dell’universo che gli gira intorno. Dispensa, è un progetto delizioso e controcorrente perché autonomo e indipendente, che in epoca 2.0 recupera la carta – la copertina è addirittura prodotta con gli scarti alimentari – e grazie alla bellezza tattile ed estetica di un prodotto editoriale antico, vuole regalare al lettore il tempo giusto da dedicare alle cose belle. Nei giorni del salone, all’interno dell’area Taste Ring ci sarà anche la presentazione della rivista con la partecipazione degli autori.

MADE IN CARCERE:

Mostra Dolci Trionfi_Quadro Nozze di Cana di Alessandro Allori 1592_Firenze, chiesa di Sant’AgataMostra Dolci Trionfi_Quadro Nozze di Cana di Alessandro Allori 1592_Firenze, chiesa di Sant’Agataa Taste lo speciale progetto che coinvolge le detenute del carcere di Lecce

A Taste sarà presentata una speciale collezione di grembiuli prodotti dalle detenute del carcere di Lecce nell’ambito del progetto Made in Carcere, realizzato dall’associazione no profit Officina Creativa fondata da Luciana delle Donne, e che coinvolgerà per l’occasione anche gli allievi di Fashion Design dell’Accademia Italiana di Firenze. Officina Creativa è una cooperativa da anni impegnata in progetti di recupero delle detenute, impegnandole nella realizzazione di piccoli capi di abbigliamento, accessori o packaging design per le aziende, e lo scopo etico di Made in Carcere è diffondere la filosofia della “seconda opportunità” per le detenute, e della “doppia vita” per i tessuti. Per questo progetto speciale pensato per Taste, scarti donati dalle aziende italiane sensibili alle tematiche sociali e ambientali sono stati nobilitati dalla creatività di giovani stilisti dell’Accademia Italiana.

 Le creazioni dell’artista Marina Calamai arredano la sala stampa di Taste

All’interno della Stazione Leopolda, la sala stampa di Taste sarà arredata con le speciali creazione della designer e artista fiorentina Marina Calamai. Con collaborazioni a Parigi e studi d’arte a New York e a Firenze, Marina Calamai si è distinta come artista poliedrica, con creazioni e installazioni che si ispirano al mondo del food e dei dolci in particolare. A Taste presenterà il suo progetto “Tables Tableaux”: tavoli dedicati al mondo della natura e declinati nelle linee Vitamin, dedicata alla frutta, e Fantageografici, con suggestioni ispirate ai planisferi e alle antiche carte geografiche, a cui si aggiungono i Vitamin Table Mats, Coasters e gli orologi da parete Vitamin Wall Watches.

 

 

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento