La Tenuta di Artimino, appartenente alla famiglia Olmo (quella delle famose biciclette) dagli anni ottanta, è un luogo di rara bellezza nel cuore della Toscana

La storia di Artimino si perde nella notte dei tempi: prima importante insediamento etrusco, poi borgo medievale cinto da mura turrite e infine terra amata e prediletta dalla famiglia de’ Medici, scelta per la costruzione di una delle loro ville più importanti, la Villa dei Cento Camini chiamata anche Villa La Ferdinanda. Sono due le docg toscane di cui si fregia la Tenuta: il Carmignano e il Chianti.

C’è poi una doc, il Barco Reale che si declina in rosso e in rosato, chiamato quest’ultimo Vin Ruspo. Ed è proprio questo, della vendemmia 2017, che verrà proposto nella degustazione guidata di giovedì 28 giugno a Villa Olmi. Ottenuto da uve di Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Merlot; di colore rosa cerasuolo, all’olfatto le note floreali di biancospino e rosa si sposano a sentori fruttati di ciliegia e melograno; al palato grande piacevolezza e mineralità unite ad una freschezza acida esemplare.
Da abbinare alle tipiche pietanze toscane come la ribollita o la pappa al pomodoro. Ottimo anche con i salumi, le carni bianche e in generale come aperitivo.

Nella stessa occasione in assaggio CHIANTI MONTALBANO DOCG 2016, POGGILARCA CARMIGNANO DOCG 2015, IRIS TOSCANA IGT 2015,
GRUMARELLO CARMIGNANO RISERVA 2013.

L’appuntamento è dalle 19.20 di giovedì 28 giugno a Villa Olmi Resort, via degli Olmi 4/6, Firenze. La degustazione di undici rosati, guidata da Leonardo Romanelli, avrà inizio alle 19.45. Un’ora dopo cena gran buffet e degustazione degli altri vini presentati dai produttori. Il costo è di 30 euro a persona per la degustazione guidata, la cena e gli assaggi dei vini; o di 25 euro per la cena e gli assaggi dei vini.

Info e prenotazioni Villa Olmi Resort, tel. 055 637710; frontdesk.villaolmi@toflorence.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento