Non si può dire che lei non fosse paziente…come molte donne, questa virtù certo non le mancava. Quante volte aveva dovuto mostrarsi comprensiva, cercare di capirlo, sopportare…però questa volta era diverso. Lo guardava e non riusciva a capire;  lui lo aveva tirato fuori ed era lì in bella mostra: piccolo, sottile, di un colore non così vivace. Lei lo osservava e lui era profondamente imbarazzato fino a che lei, stufa, lo aveva preso in mano per valutarne la consistenza: era flaccido, non turgido come piaceva a lei. Glielo aveva spiegato più volte,  non le sembrava una richiesta così particolare, bastava girare un po’ ed era facile capire come questa fosse un’esigenza di uomini e donne in tutte le parti del mondo. Provò a prenderlo in bocca, ma non c’era niente da fare, lo succhiò per capire se qualcosa di buono poteva venire fuori ma niente: lei glielo aveva insegnato tante volte ma inutile: lui non aveva mai imparato a lessare gli asparagi.

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento