Lo incontrava raramente, ma il legame tra loro era continuo e regolare: durava da anni, sempre lui che andava a casa sua anche se talvolta lei, presa da una irrefrenabile voglia di vederlo, partiva per andare ad incontrarlo nella sua città. Era complesso, non facile da affrontare: difatti, si circondava di pochi amici fidati, con i quali aveva instaurato un rapporto duraturo. Molti venivano da fuori anche se, a onor del vero, anche in città si trovava bene, solo che conduceva una vita riservata, non amava troppo mettersi in mostra. Lei lo aveva incontrato una volta in casa di amici e ne era rimasta attratta e stupita: lui appariva quasi timido in disparte, lo aveva dovuto scovare in mezzo a molti altri ma, una volta con lei, si era aperto ed aveva rivelato doti inaspettate. Dopo il primo incontro si trovarono fuori e da lì scattò una passione insana: lei tanto rigida e formale, con lui si aprì completamente al piacere più estremo. Quando erano a casa, da soli, il gioco era semplice e ripetitivo: lei lo spogliava e poi amava leccarlo, con piccoli colpi di lingua, per poi prenderlo in bocca in maniera repentina e quasi sorprendente. Lo suggeva senza fretta e lui si scioglieva quasi e tutti e due restavano coinvolti in un godimento prolungato. Quando poi si incontravano nella città di lui, accadeva spesso in estate, quano il caldo tendeva bollenti gli spiriti; allora il rapporto diventava frenetico ma lei era emozionata anche da questo. Si vedevano poi usciti per strada lei non si teneva lo voleva subito e, in maniera quasi sfrontata, lo prendeva in strada, in mezzo alla gente, incurante del pensiero dei passanti..che emozione assaporare il panforte d’agosto, a Siena..Credits donna.tuttogratis.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento