La prima volta che la vide era nel bosco ed il ricordo gli è rimasto da allora: camminava, un po’sovrappensiero, al mattino, ma la sua visione lo colpì in maniera decisa e prolungata. Seminascosta, non capiva perchè era proprio lì: ancora non conosceva i meccanismi della natura, ma di sicuro si accorse che non poteva distogliere lo sguardo dalla sua pelle, liscia e lucente. Finita la camminata e tornato a casa, il pensiero divenne costante:  se la sognava anche di notte, faceva fatica anche a dormire, d’altronde era sempre stato un passionale. Finalmente, dopo alcuni anni, riuscì a rivederla,ed arrivò anche a conoscerlapersonalmente, dopo che in tanti gliene avevano parlato: era in casa, in una sera d’autunno, fuori pioveva, e nel camino crepitava la legna. L’occasione giusta per avere un incontro ravvicinato, da soli…era stata preparata come si doveva, lui si avvicinò e, con molta naturalezza, iniziò a spogliarla..con le mani apprezzava la consistenza della pelle e poi si spinse oltre e cominciò a leccarla. Quasi eccitato dal sapore che sentiva, era ammaliato dalla sua consistenza, soda e compatta, e decise di andare a fondo, senza ripensamenti: che soddisfazione mangiare una castagna cotta sul fuoco…

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento