Il caldo terrificante era percepito da tutti come qualcosa di non sopportabile: sarà per questo che in testa cominciavano a frullare strani pensieri. Decise di uscire di casa per trovare una giusta compagnia:vagò molto per le strade deserte, era tardi, in tanti erano al mare e lui la cercava con insistenza. Finalmente, quando nemmeno più ci sperava, la trovò: defilata ma pronta ad accoglierlo. Si avvicinò con fare guardingo, ne era attratto in maniera folle: una volta arrivato non fece discussioni, nemmeno un parola uscì dalla sua bocca. La mise sul tavolo e, senza ritegno, ci affondò dentro la faccia, leccando avidamente ed emettendo grugniti di pura soddisfazione, risultando alla fine esausto ma contento: si sa, l’anguria, d’estate, è un gran bel godimento

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 Commenti