Il tempo ispirava dolci pensieri: la neve fioccava dapprima leggera per poi aumentare, senza creare grossi sconvolgimenti. Aveva deciso di rimanere in casa, il silenzio ovattato che si stava formando lasciava già presagire quanto stava per accadere. A lui piaceva che tutto fosse fatto con calma, contrariamente alla maggior parte degli uomini, non era quello del “tutto e subito”: ecco che preparò con cura tutto,il camino scoppiettante, il tappeto, la coperta. Lei era di là che lo aspettava, ignara, o forse no, di quello che lui aveva in mente per lei. Capiva che non poteva arrivare subito allo scopo, doveva riscaldare dapprima l’ambiente ed anche lei. Iniziò allora ad alzare la temperatura, gradatamente, senza fretta, ed intanto però non riusciva a trattenersi, la toccava, la leccava, la voleva. La situazione si faceva sempre più calda, lui ne era attratto e a dire il vero lei si concedeva in maniera spudorata. Era quasi troppo per lui, non si aspettava che fosse così deboscita, lei era lì, ora anche calda e molto disponibile. Ruppe gli indugi, la portò di fronte al camino, si spogliò, si distese sulla coperta e la prese con foga violenta, godendo in maniera rumorosa…effetti della fonduta di cioccolato!

 

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento