La notizia è su  “La Repubblica”, edizione fiorentina, di oggi, campeggia su tutte le edicole lo strillone con un titolo che ricorda le vecchie copertine de “Il Male”: i carabinieri che rubano un maiale di cinta senese con l’auto di servizio, dopo avergli sparato con la pistola d’ordinanza sembra quasi troppo divertente per essere vero. Quello che uno si chiede è che cosa ci potevano fare con una bestia uccisa ma ancora da sezionare. Il tutto è accaduto a Buonconvento, vicino a Montalcino, alcuni anni fa ma il processo è di questi giorni. Chissà se il tour sarebbe proseguito con una gita in cantina.-))

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento