…rischia di essere una grande palla, per chi vuole cimentarsi in soluzioni difficili. Prendiamo quelli che decidono di stare in casa e fare una cena tutta rosa: possono partire con un bel cocktail di scampi, per affrontare poi un risotto Cardinale(con pomodoro e poco più, tranquilli), farsi tentare da un pesce come la sogliola, adagiato su una salsa magari a base di barbabietole, per poi concludere con un prodotto fuori stagione come le fragole. Una soluzione tendente al dolciastro che rendere la cena stucchevole, incapace di stimolare una qualsivoglia reazione positiva nel post prandium. Non che vada poi tanto bene a chi decide di provare con ostriche ed aragoste: o si è grandi amici di un pescivendolo che apre le ostriche poco prima della cena, e magari ci cuoce anche l’aragosta, evento ammettiamolo quasi impossibile, oppure ci si è esercitati a dovere nei giorni antecedenti l’avvenimento. La cena rischia di diventare un tour de force noiosissimo nel provare a trovare la maniera di scardinare la corazza del crostaceo o tentare di inserire il coltello tra i gusci del frutto di mare, con esiti spesso nefasti: la fatica e lo stress accumulati rischiano di far trascorrere il dopocena sul divano a dormire. Per chi non ha paura di risultare stucchevole, in tutti i sensi, un bel primo piatto, tipo una bisque di gamberi aromatizzata alla rosa, potrebbe essere l’ouverture adatta accompagnata dal gewurztraminer, vino piuttosto alcolico,morbido ruffiano il giusto, per cominciare a perdere leggermente il controllo in maniera elegante. Difficile pensare che si possa affrontare una cena romantica con pasta e fagioli e baccalà alla livornese, ma per chi è alternativo, vuole mangiare saporito, preferisce lo stomaco pieno, la soluzione non è da scartare purché entrambi i componenti della coppia siano consapevoli e consenzienti. Non sarebbe da scartare l’ipotesi di una cena vegana, che permette di stare leggeri, evitando magari quei piatti tipo finocchi bolliti che certo non aiutano a stimolare pensieri arditi e ardenti, in special modo se vengono seguiti da mele cotte. Peperoncino ed altre spezie verranno utili in maniera moderata, gli eccessi si fanno sentire dove e quando non si dovrebbe. Da bere? Chiaramente champagne o spumante , rosato come si conviene alla ricorrenza, ben ghiacciato: se ne abusate le conseguenze non saranno nefaste..l’importante è parlarsi, se dopo essersi scolati la bottiglia in due il bisogno primario è quello di andare in bagno, prima di infilarsi sotto le coperte, meglio dirselo: altrimenti la serata rischia di concludere la giornata con una fine spaventosa…o uno spavento senza fine? Auguri!credits beautips.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento