L’avevano invitata degli amici comuni e lei si era lasciata sedurre dal racconto di quello che avrebbero fatto. Sì, non le era certo abituale fare certe cose in gruppo ma d’altronde si sa, prima o poi doveva cominciare. Non era scandalizzata(che parola, come se ci si dovesse scandalizzare!!), magari incuriosita sì, anche attratta e…quasi lo negava ma dentro si se’ lo sentiva, quasi eccitata! Entrò nella sala e notò di non essere l’unica donna, il che la rincuorò un po’..molti erano gli uomini di età e corporatura diversa. L’aria era elettrica, lo sentiva sulla pelle, quando vide un assembramento di persone numeroso e vociante: si fece largo con fatica e li vide schierati. Erano uno accanto all’altro, in bella mostra, che si facevano notare da lontano, da come erano lunghi, sodi, turgidi. Qualcuno aveva particolarmente esagerato, ma in tanti mostravano di gradirlo ancora di più: era un avvicendarsi di mani, uomini e donne, senza divisioni di sesso, età o ragione sociale. Li toccavano, amavano il contatto con la pelle, poi li prendevano in bocca, c’era chi amava suggere, altri invece preferivano un’emozione forte e diretta. Sembrava quasi una baccanale, le facce stravolte dal piacere, dei bicchieri in mano, l’aria quasi irrespirabile per gli umori e lei si tuffò in mezzo, godendo come on mai.,cose che capitano, quando si è invitati ad una degustazione di salami e vino..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento