E’ una delle novità del 2011 a Firenze: aperto in sordina dopo le feste di Natale, sta cominciando a rodare i motori con ottime prospettve di crescita. Siamo sul viale dei Colli, e la ristrutturazione dell’albergo ha impegnato cinque anni con risultati splendidi. In primavera sarà pronta anche la piscina, intanto è stata aperta una SPA che prima non esisteva e poi è in fase di costruzione una struttura che ospiterà il ristorante, che sarà utilizzato per il pranzo con vista su Firenze. La”location”(passatemi il termine!) è indubbiamente suggestiva: il ristorante si trova al piano sottostante: parquet in legno, architettura arabeggiante, atmosfera romantica, con una saletta per distillati che lo precede molto invitante. Tre i menu degustazione proposti: a 50 euro di carne, 60 di pesce, 35 di tre portate, con scelta ulteriore di due piatti del giorno.La cucina si muove tra piatti della tradizione ed altri più innovativi, con grande attenzione agli ingredienti del territorio. Tra gli antipasti si trova il cuore di baccalà al vapore con patate dorate e acciugata, valido il risotto con funghi trombetta e caprino fresco, altrimenti come carne, tra i secondi, la coscia di coniglio farcita di marroni e guanciale al Vin Santo o il San Pietro con radici d’inverno caramellate, salsa al mosto cotto pepe di Java. Ottimo lo zuccotto tra i dolci.Serviio molto attento e professionale. Carta dei vini divertente e non consueta. Tre portate escluso vini 50 euro. Arrivate prima per l’aperitivo, da prendere nel bar che merita la sosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento