Sorrento grazie alla sua incredibile posizione a strapiombo sul mare e per i suoi panorami mozzafiato, rappresenta una perla di rara bellezza e intramontabile fascino
Grazie al bellissimo centro storico, caratterizzato da piccoli stradine, chiese antiche e palazzi nobiliari di grande valore, Sorrento vanta da sempre un posto privilegiato nel turismo mondiale.

Infatti fin dalla metà del Settecento ed a seguire negli anni futuri fu meta ambita da molti letterati, studiosi, scrittori dell’epoca tra i quali Torquato Tasso, Nietzsche, Ibsen i quali presero qui ispirazione per le loro più importanti opere letterarie.



E come loro anche un giovane Chef, Ciro Sicignano, classe ’89 si è consacrato in questo fantastico contesto, mettendo a punto la sua idea di cucina in cui realizza un perfetto connubio tra tecnica, sapore e cultura. Nato a Gragnano, dopo essersi diplomato all’alberghiero di Castellammare ha iniziato a fare importanti esperienze presso Chef di alto livello quali Vissani, Enrico Crippa e Antonino Cannavacciuolo.

Dopo un parentesi in Calabria al Ristorante Pietramare del Raia Praia Resort, dove ha conquistato ottimi riconoscimenti, ha fatto ritorno in Penisola Sorrentina per sposare il progetto dei fratelli Apuzzo, che hanno ridato splendore ad una delle strutture più prestigiose di Sorrento: l’Hotel Lorelei Londres. La cucina sorrentina è basata su prodotti freschi e genuini, combinando le prelibatezze del mare a quelli della terra anche la filosofia di Ciro Sicignano poggia su due capisaldi fondamentali:
il km 0 e la stagionalità dei prodotti.

Appassionato di erbe aromatiche, lo chef cura infatti personalmente il giardino, non lontano dal ristorante dal quale attinge periodicamente di ciò di cui necessita per realizzare i suoi piatti. All’interno degli stessi possiamo ritrovare la generosità di una terra che ha pochi eguali in termine di materie prime che siano pesce, carni, latticini, frutta e verdura, erbe, in primis della costiera Sorrentina. La sua bravura risiede nel far sposare gli ingredienti alla perfezione facendo risaltare sapori ed odori lasciando al tempo stesso quella pulizia e nitidezza che ti permette di sentire distintamente tutti i sapori del mediterraneo. L’impostazione della sua proposta culinaria parte dalla cucina tradizionale sorrentina e partenopea con ricordi quindi di gioventù ed antiche ricette ma riadattandole con uno spirito e tecniche moderne e contemporanee visto che come dichiara lui stesso “la vera innovazione stia nel rispetto della tradizione”.Anche l’estetica riveste un ruolo importante nelle sue creazioni, assumendo un significato fondamentale, anche perché l’occhio vuole la sua parte e qui ritroviamo delle vere e proprie opere artistiche ove ogni dettaglio non è lasciato al caso ma è frutto di una precisione maniacale. La terrazza che si affaccia sul mare permette di godere a pieno di una vista unica con lo spettacolare panorama su Sorrento e sul golfo di Napoli, con sullo sfondo l’immancabile Vesuvio.

All’interno troviamo invece due sale, con una bella cucina a vista. L’accoglienza ed il servizio della sala, coordinato da Francesco Sorino è preciso e professionale, pur non rimanendo ingessato.Per quanto concerne la parte enoica, il sommelier Giuseppe Galasso può attingere da una cantina di vini ampia e profonda, che vede spiccare la Campania vitivinicola, senza tralasciare produzioni italiane e internazionali. Interessante anche la possibilità di poter scegliere molti vini al calice. Presente anche un’ampia selezione di distillati. Grande attenzione è posta inoltre agli oli extravergine, ai quali è dedicata una carta dedicata, dove sono presenti sia oli provenienti da un frantoio sorrentino che tanti altri selezionati in giro per l’Italia
Il menu


Crudo di gamberi rossi arrostiti con lardo di seppia, fagioli cannellini e finger lime

Piatto dal sapore fresco, realizzato con tecniche moderne

Salsicce di pesce bianco, cime di rapa e mozzarella di bufala
Un piatto che unisce gusto e creatività

Polpo scottato con salsa Ponzu, patate novelle e crocchetta di rafano
Piatto apparentemente ”classico” rivisitato con audacia e presentato con grande raffinatezza.

Eliche di Gragnano al ragù di cernia bianca, zucca, cima di rapa e peperoncino
In questo piatto possiamo ritrovare in pieno l’idea di cucina dello chef

Cappelletti di pasta bianca con genovese di faraona, sedano rapa e Vin Santo
Proposta che stuzzica il palato con i suoi gusti delicati

Ricciola lardellata in croccante di nocciola e melograno
Piatto raffinato e saporito, ispirato alle tradizioni campane con un utilizzo di ingredienti stagionali e del territorio

Filetto di vitello da latte in crosta di midollo, verza e castagne
Precisione e tecnica per un piatto mai scontato

Crostatina rock con insalatina di frutta e verdurine, latte di bufala e sorbetto alle erbe dei Monti Lattari

Una perfetta chiusura che non appesantisce anzi ti invoglia per un bis

Menu Degustazione
150,00 Euro “Lorelei”
100 Euro Abbinamento vini

120,00 Euro “Sorrento oggi”
90 Euro Abbinamento Vini

180,00 Euro “Mano libera”
130,00 Euro Abbinamento vini

100,00 Euro “L’orto”
90,00 Euro Abbinamento Vini

Alla carta
Antipasti 32,00- 65,00 Euro
Primi 35,00 -40,00 Euro
Secondi 45,00 Euro
Dolci

Aperto dal lunedì alla Domenica.
Pranzo: dalle 12:00 alle 15:00
Cena: dalle 19:00 alle 22:30

Ristorante Lorelei – Hotel Lorelei Londres
Via A. Califano, 4
80067 SORRENTO – NA Italy
Tel: 081 19022620
info@loreleisorrento.com


Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento