Finito lo spettacolo, è quasi automatico cercare un posto dove mangiare. Non sono un attore professionista, ma da quando vado in giro a rappresentare “Come diventare sommelier in 50 minuti”, i ritmi sono quelli, prima teatro e poi ristorante. Ieri sera, prenota Simone Rossi, responsabile umbro guida Espresso ristoranti e mi trovo a mangiare, con Aldo Fiordelli, il mio “impresario” locale Jacopo Cossater ed ovviamente il mio compagno di avventura Alessandro Masti, in questo grazioso ristorante. Già il fatto che sia aperto a mezzanotte mi stupisce, che poi serva una cucina fantasiosa e varia è un merito in più, accompagnata da una carta dei vini divertente ed un ambiente caldo, accogliente ed inusuale, anche nelle dimensioni. I prezzi sono fantastici, soprattutto per chi viene da Firenze, e quindi vale la pena tornare. Tortelli a nero di seppia, crudo di gamberi accompagnato da riso Venere, crema brulée, sono solo piccoli ricordi, che mi spingono senz’altro a tornare, per capirne un po’ di più. Menu degustazione a 25 e 30, euro, prezzi simili per 3 portate alla carta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento