Il nome risale a quando esisteva un ristorante con tale nome in Lungarno del Tempio, che fu poi distrutto da un incendio e mai più ricostruito. Il luogo , invece, è anch’esso storico: ospitò quello che a suo tempo fu un ristorante di pesce davvero unico per Firenze, quel “Sante allo Zodiaco” in via delle Casine che segnò l’esordio nella ristorazione di successo del compianto Sante Collesano. Ora che anche un albergo storico come l‘hotel Plaza Lucchesi  si sta ristrutturando, arrivando ad aprire prima dell’estate il Roof Garden, la zona vicina alla Biblioteca Nazionale si sta animando non poco. Il merito va a due giovani, di età ma non di esperienza, che hanno deciso di mettere a frutto l’entusiasmo accumulato celebrando due degli elementi che hanno deciso di mettere assieme: il pesce e la Francia. Ecco allora un ristorante di cucina di pesce secondo uno stile mediterraneo, con qualche volo Oltralpe che sembra ben riuscito. L’arredamento è stato curato nei particolari : completamente rifatto il parquet, luci soffuse, tavoli ben distribuiti, non troppo pigiati, bagni da visitare per un’eleganza non ostentata, piace il guardaroba ricavato da uno spazio altrimenti inutilizzabile. Una volta seduti arrivano gli stuzzichini, due, un caldo ed un freddo in rapida sequenza, con salmone marinato  al pepe verde, omaggio a Sante, e quenelle di branzino con salsa Nantua, ricordo invece della cucina transalpina. A seguire, fiore di zucca farcito con ricotta e trota con crema di piselli, pulito e croccante,  ravioli di gamberi su crema di zafferano, avvolgenti, forse appena cremosi  ma invitanti. Di secondo il rombo saltato con fave, agretti e nocciole spezzate può apparire un azzardo ma ben riuscito. Insolito, per il gusto locale, ma perfetto nell’esecuzione, il bianchetto di palombo con salsa crema al limone e patate Nature( secoli che non le vedevo!) : i piatti di carne esistono ma sono di “servizio” a detta dei gestori, ma certo il coscietto di agnello alla provenzale non appare proprio un piatto sacrificato. Come dolce, da provare una rediviva Ile flottante. Carta dei vini impostata su tanti prodotti francesi e del sud, con chicche rare come i vini dello Jura e di Calce. Servizio non ingessato, cortese senza essere paludato. Menu degustazione a 40 euro, 45 alla carta.

Le Coq d’Or Via delle Casine 2 055398173 Carte di Credito tutte Aperto solo la sera Chiuso il martedì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento