La famiglia Di Battista proprietaria dell’azienda  Querceto di Castellina, ha festeggiato i venticinque anni dalla prima vendemmia del 1998.

Querceto di Castellina,  piccolo  borgo del Quattrocento incorniciato da cipressi, querce, lecci e olivete, si trova nella parte nord del comune di Castellina in Chianti, a pochi km dal  confine con la provincia di Firenze.  E’ un’azienda a conduzione familiare, che si estende per  un totale di 50 ettari di cui 11,20 coltivati a vigneto e  circa 3 ad oliveto, nel cuore della DOCG Chianti Classico, sostenibile dal 1998 e ufficialmente certificata biologica dalla vendemmia 2012.

L’area vitata è suddivisa in 6 parti: Belvedere, Poggio, Campocorto, Campolungo, La Fonte e Livia.

Querceto di Castellina

Il vitigno principe è il sangiovese che occupa circa l’80% dei vigneti, il merlot poco meno di due ettari, il cabernet franc e i vitigni viognier e roussanne sono soltanto 2.000 viti in totale, in una piccola parcella separata. Le viti sono allevate a cordone speronato per quanto riguarda il sangiovese e il merlot, a guyot per gli altri vitigni, cabernet franc, viognier e roussanne. Le altitudini vanno da un minimo di 420 ad un massimo di 510 m s.l.m..

I vini prodotti dall’Azienda sono:

Querceto di Castellina

L’aura (sangiovese)-Chianti Classico DOCG

Sei (sangiovese)-Chianti Classico DOCG Gran selezione

Podalirio (merlot)-IGT Toscana 

Furtivo (sangiovese)-IGT Toscana Rosato

Livia (viognier e roussanne)-IGT Toscana Bianco

Venti (sangiovese e merlot) IGT Toscana

Proprio in occasione  dell’inaugurazione della cantina,  nel 1998 è stata  imbottigliata la prima annata con il marchio Querceto di Castellina.

In occasione di questo venticinquennale, la famiglia Di Battista, ha organizzato  una  verticale di 9 anni  di L’Aura Chianti Classico Docg, sangiovese in purezza, affinamento 12 mesi in botti di rovere francese e tre mesi in bottiglia, eccetto per l’annata 2021 ove in parte l’affinamento avvenne in vasche di cemento. Annate in degustazione: L’AURA 1998,  L’AURA 1999, L’AURA 2004, L’AURA 2006, L’AURA 2015, L’AURA 2018, L’AURA 2019, L’AURA 2020, L’AURA 2021.

Particolarmente significativi si sono rivelate:

  • L’AURA 1999:  perfettamente integro: mantenendo colore vivido, al naso complesso con  profumi di frutti rossi: ciliegia, lampone, floreale di viola passita, note erbacee, con qualche nota tostata di caffè, grande equilibrio gusto olfattivo.
  • L’AURA 2015:  grande vivacità, armonia ed eleganza contraddistinguono questa annata.
  • L’AURA 2018 al naso profumi floreali, fruttati, note erbacee, fine, elegante equilibrato abbastanza sapido e  di grande freschezza.
  • L’AURA 2021:  nell’annata  2021 è  evidente il cambio di tecnica di  vinificazione che in parte avviene  in vasche di cemento: freschezza e  fragranza  contraddistinguono quest’annata con profumi fruttati di ciliegia, mirtilli e more . Al palato morbido con un finale spiccato di ciliegia, vivace ed elegante.

Nel corso della serata non è mancata la possibilità di degustare altri vini dell’azienda:  il rosè FURTIVO per aperitivo, ottenuto da uve sangiovese, di grande freschezza e agrumato: pompelmo rosa, melograno e fruttato di pesca.

I festeggiamenti sono proseguiti con una cena creata ad hoc  a cura della Sig.ra Laura:

  • Sformatino di cavolo con una fonduta di pecorino e tartufo
  • Tagliatelle con funghi porcini;
  • Roast beef con verdure arrosto;
  • Torta della Nonna

Degustazione di altri vini della Tenuta e nuove annate:

LIVIA ’22 IGT TOSCANA BIANCO: 50% viognier, 50% roussanne

L’AURA ’21 Chianti Classico Docg: 100%sangiovese 

SEI ’20, SEI’19, Chianti Classico Docg gran selezione  100% sangiovese

PODALIRIO ’20,  PODALIRIO ’15, PODALIRIO 2005  – IGT Toscana Rosso, 100% merlot

VENTI ’19 , VENTI’16  -IGT Toscana Rosso, 50% sangiovese, 50% merlot.

Si segnalano in particolare:

LIVIA’22 IGT TOSCANA BIANCO: nasce dall’unico vigneto a bacca bianca con una piccola particella di 0,20 ettari,  nato nel 2008 da un esperimento e dalla ispirazione dei vitigni della Valle del Rodano:  giallo verdolino riflessi paglierini di grande brillantezza e luminosità al naso pesca bianca, albicocca e note vanigliate, in bocca fresco di grande sapidità  con un finale agrumato.

PODALIRIO 2020 grande  freschezza e morbidezza con note di frutta    ciliegia, mirtillo note di caffè .L’acidità contribuisce ad un senso di leggerezza.

PODALIRIO 2005 note di frutta e sentori tostati di caffè si mantiene integro e di grande piacevolezza.

SEI’19, Chianti Classico Docg gran selezione:  100% sangiovese note fruttate di ciliegia e mirtillo , floreali ,spezie cardamomo di grande morbidezza.

VENTI’16  -IGT Toscana Rosso, 50% sangiovese, 50% merlot, al naso floreale di rosa, fruttato di ciliegia, mora, mirtillo, marasca e sentori tostati di cannella, chiodi di garofano e liquirizia. Vellutato e avvolgente.

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento