La domanda è semplice: lo asportate o no quel filino nero che si trova sul dorso di scampi e gamberi, e che non costituirebbe esattamente la quintessenza del gusto? Se vi servono un crudo e lo trovate che fate? E se ve li servono cotti, e lì lo trovate sicuramente, come vi comportate?Avete la pazienza, muniti di un coltellino, di compiere la delicata operazione?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 Commenti

  1. se li faccio io cerco di toglierlo, anche esteticamente non è il massimo, se sono al ristorante dipende: in una frittura non sui può certo toglierlo, altro discorso se abbiamo davanti una bella grigliata…

  2. Si toglie sempre e comunque!
    Come la buccia dei pomodori quando li usi nella salsa o ancora peggio le lische,soprattutto nei primi piatti!

  3. Leonardo, capisco la tua predilezione per le frattaglie ma … le interiora del gamberetto .. PROPRIO NO ! togliere sempre e comunque !!

  4. chiedi un po’ alla cinzia quanti me ne ha fatti togliere con la scusa che dovevo imparare a pulirli?
    @ cinzia: da quel giorno la mia è cambiata!! 😉

  5. Lo tolgo se cucino io, a meno che non si tratti di bestioline piccine piccine. Lo tolgo al ristorante, tanto ho pazienza…
    …e tolgo pure tutte le buccette e i semini del pomodoro, e minuziosamente le lischette e anche i pezzettini di erbe aromatiche quando li trovo nel piatto.
    Lo so, è patologico.

  6. levare il budellino nero è un atto erotico… sfilarlo con cautela e piano…comunque quando li fate alla brace levatelo altrimenti l’animale prende d’amaro

  7. Leonardo hai visto cosa dice Sabri?
    Ah cara Sabrina: felice di averti insegnato qualcosa di utile 😉
    e’ vero: l’ho costretta a togliere budellini da ogni gambero che ho trovato a disposizione, pure da quelli che servivano per fare la bisque
    Pero’ vuoi mettere quante cose hai imparato in mezza giornata? 😀