Mi ripeto, lo so, ogni anno è così, ma per i gastrostrippati questi giorni sono imperdibili: se a Firenze, tutte le settimane, ci fossero gli eventi dei prossimi cinque giorni, diventerebbe sicuramente la capitale della movida gastronomica toscana. Merito di Fuori di Taste, la versione “off” di Pitti Taste, così intensa che magari qualcuno si scorda anche di andare alla Leopolda per vedere la mostra. Si inizia domani con due eventi su tutti: l’inaugurazione della scuola di cucina Desinare@riccardobarthel in via de’Serragli 234r, dalle 19 alle 22 e la cena Fuori di cinta 2: sua maestà la cinta senese e il Brunello di Montalcino, alla trattoria da Burde in via Pistoiese 40, con i salumi del salumificio Renieri e i vini di Agostina Pieri . Venerdì alle 17 è prevista una clamorosa verticale di Prosecco  Primo Franco al Four Seasons Hotel, con annate che vanno dal 1990 al 2013: sempre al Four Seasons sarà possibile gustare l’aperitivo a base dell’antico elixir di China Clementi, mangiare al ristorante Il Palagio  con un menu dove è previsto l’impiego di pasta Cavalieri e di riso Acquerello, e finire, ancora al bar, con i rum selezione Velier e il cioccolato Domori. Sabato presso la gelateria Carapina Simone Bonini presenterà abbinamenti del gelato con il salmone Upstream dalle 12 alle 1430, mentre successivamente l’abbinamento sarà fatto con i distillati della Bonaventura Maschio : a due passi ‘Ino si cimenta con il panino ripieno di riso Acquerello. Alle 1330 alla Nuvola di Novoli, show cooking di Gianfranco Vissani per presentare il progetto realizzato con gastronomia toscana, mentre dalle 16 via Santo Spirito si trasforma apre le sue porte alle migliore eccellenza italiane del gusto, in un evento di beneficenza. Non è finita qui, di eventi ce ne sono una esagerazione..intanto provate a leggere il programma completo poi…(continua)

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento