La settimana a Sète è passata velocemente, e merita un piccolo diario, con varie inclinazioni gastronomiche. La dieta continua un po a tentoni, diciamo che qualche concessione me la sono presa ma di sicuro sono a livelli ottimali. Più che sto in Francia e più mi piace. La sensazione è quella di un paese che funziona, cioè efficiente, senza essere freddo e distaccato come capita su al nord. L unica cosa che non ho capito è il traffico: malgrado le rotonde, non si riesce a circolare, ieri ho impiegato 4 ore per fare 30 km, poi finalmente la partenza per Bourges. Da ricordare le spiagge a Ferragosto: deserte, pulite, gratuite. Cosa volere di più?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento