No, non ho cominciato a recensire pasticcerie: le frequento per le colazioni mattutine ma non posso essere considerato certo un goloso che si prova tutti i luoghi di perdizione! Qui la voglia di venire a mangiare è arrivata dopo l’articolo apparso du L’Espresso dal “reuccio” della critica italiana gastronomica, ovvero Enzo Vizzari che, imbeccato dai collaboratori locali, è arrivato in questa saletta riservata, a gustare specialità di pesce. Premessa: ci troviamo nella periferia nord di Firenze, nella strada che porta a Scandicci, e il luogo è frequentato principalmente per la presenza della pasticceria:c’è chi si fa chilometri per venire a fare colazione o a comprare i dolci! Da più di dieci anni il titolare, ovvero il figlo del fondatore Giorgio, ha aperto una saletta dove solo a pranzo, eccetto per il sabato che si apre anche la sera, viene proposto un menu di pesce, che arriva fresco direttamente tutti i giorni dalla Versilia. L’ambiente è gradevolmente dissonante dal resto del locale, volutamente molto elegante, con i camerieri in smoking nero che girano fra i tavoli, malgrado il pranzo e l’estate. La saletta ricorda volutamente l’Harry’s Bar di Venezia, con molta boiserie, argenteria, fiori freschi a tavola, circa 20 coperti raccolti: ci sarebbe anche un dehor, meglio però utilizzarlo la sera del sabato. Il crudo di pesce è, di questi tempi, uno dei piatti più gettonati, con grande varietà ed altrettanta qualità, altrimenti si può scegliere la vaporata di mare , che poi è un’insalata calda di crostacei e molluschi, ben assortita e gradevole. Tra i primi, notevoli le bavettine con alici e pane arrostito, delude tra i secondi uno dei capisaldi della gastronomia internazionale, ovvero l’aragosta Thermidor servita con riso pilaf, troppo dolciastra al gusto(sarebbe gratinata con besciamella, per chi non la conoscesse!). Sui dolci è difficile trovare altrettanta scelta in altri ristoranti :-). Carta dei vini non ampissima ma ben articolata, concentrata sui bianchi, con ricarichi adeguati al locale. Servizio cordiale e preciso. Un crdo di pesce è proposto a 50 euro, i secondi sui 30, i primi sui 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento