Il suo fascino derivava dalla sicurezza che emanava, solo a guardarla. Convinceva in un attimo giovani e vecchi, che venivano rapiti dalle sue forme e dall’odore, forte, penetrante, che rimaneva stampato nelle narici in maniera indelebile. Qualcuno la definiva adatta ad un pubblico maturo, più ricco di esperienza, ma era proprio questo che affascinava anche i giovani. Bella, lucente, sempre colorata, poteva far perdere la testa in tutti i momenti: di notte, le capitava spesso di essere assaltata, da un lui che si alzava dal letto, desiderandola ardentemente. Non c’era molta gradualità nell’approccio, gli uomini erano animati da una passione tale che saltavano tutti i passaggi del corteggiamento per volerla subito e senza limiti..piaceva anche alle donne, e lei lo sapeva, ma avevano un atteggiamento più discreto, si avvicinavano con attenione, la studiavano ma poi in molte ne rimanevano inesorabilmente colpite. Era quasi impressionante l’approccio carnale: uomini che la leccavano tuttta prima di prenderla, altri che ficcavano il naso in modo volgare in ogni centimetro libero, incuranti della figura che potevano fare in pubblico, orari saltati per averla..c’è chi era già pronto a colazione! Quasi eccitante era ascoltare i mugolii di soddisfazione durante l’atto, che raggiungevano spesso grida inconsulte..a questo può portare una parmigiana di melanzane! Credits erospoesia.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento