La vedi e quasi ti chiedi come possa fare ad andare avanti: si offre lì, esausta, languida, esanime. Diventa difficile pensare che possa avere una sorta di attrattiva, sia per gli uomini che per le donne, con quella linea sottile, affilata, poco sinuosa, ma quello che più colpisce è il colore. Diverso dalle abbronzature o da quella vivezza ottenibile solo con il calore, potrebbe sembrar malata ma, grazie a risorse inusitate, riesce a circondarsi di colore che la rendono anche desiderabile. Non è un approccio facile, c’è chi la rifiuta, in molti si avvicinano pensando possa essere docile e disponibile mentre può nascondere doti aggressive stupefacenti. Una volta tra le labbra dimostra la sua sensualità, la lecchi dapprima, poi l’accarezzi con la lingua, la metti in bocca soddisfatto…l’alice marinata

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento