Esiste da sempre il luogo comune che nelle grandi città specialmente se mete “gettonate” i ristoranti e trattorie del centro siano solo “acchiappaturisti” con relativi piatti non all’altezza di quanto dichiarato o palesemente diversi dalla realtà, ma non sempre è così.

L’osteria del Pavone ne è l’esempio pur essendo situata in pieno centro storico di Firenze a due passi da Palazzo Pitti e Ponte Vecchio in una piccolissima via, detta del Pavone appunto,  che nemmeno tanti fiorentini conoscono.

Osteria Il Pavone

Nasce nell’ottobre del 2017 da una costola della storica Osteria del Cinghiale Bianco che vide invece la luce per volontà di Massimo Masselli e Pietro di Pinto nel marzo 1984.

Bella intuizione e capacità imprenditoriale dei proprietari, nell’aver capito che nell’adiacente palazzina settecentesca, all’interno di un ex bottega artigiana di restauro di libri antichi, potevano diversificare la loro ristorazione di tipo classico toscana, elevandola ad una cucina sempre legata alla tradizione ma con spazio anche a piatti di cucina classica.

Una volta seduti, si ha l’impressione di fare un tuffo nel passato di diversi secoli, ammirando il caratteristico soffitto a cassettoni o le antiche vetrate colorate, che fanno ricordare l’importante restauro fatto mantenendo altresì le antiche caratteristiche originali.

Osteria Il Pavone

In sala il servizio  coordinato e diretto da Marco Masselli figlio di Massimo, che per amore di questa professione ha messo da parte la sua laurea in scienze politiche per riprendere  la sua passione:  dall’età di 12 anni aveva imparato i segreti del mestiere sbirciando il padre, nello svolgimento dello stesso in storici locali fiorentini.

Osteria Il Pavone

Anche in cucina, visto che in questo settore sempre tutto è in evoluzione e soggetto a cambiamenti, c’è stato 2 anni fa l’avvicendamento dallo storico chef Mauro Consolati ad una nuova brigata formata da Emanuele Caggiano e Angela Guerriero Mattia Bani, cresciuta presso l’adiacente Cinghiale Bianco o proprio presso Il Pavone , ove l’attuale chef Riccardo Meniconi ne era il sous chef.

Osteria Il Pavone

La proposta gastronomica oggi presentata di conseguenza in questo locale è quindi più fresca con un pizzico di fantasia ed innovazione ma sempre legata al territorio e seguendo la stagionalità dei prodotti. Altra particolarità del Pavone è data dall’impronta, nella proposta enologica, che il sommelier Gianni Morosini ha voluto dare.
All’inizio vista con ostracismo da parte di molti, ed ora invece diventata cosa distintiva del locale, quella di puntare quasi totalmente su svariate tipologie di vini macerati e biodinamici senza tralasciare ovviamente etichette blasonate.

Ciò che mi è inoltre molto piaciuto di Gianni  è rappresentato dalla passione amore quasi devozione che lui prova verso tale mondo e ciò che rappresenta per lui, non limitandosi a descrivere l’etichetta uvaggio annata ma andando a sviscerare per ogni abbinamento fatto, tutta la storia di tale vino a partire dalla vigna a chi la produce e relativi aneddoti collegati.

Passando alle proposte gastronomiche non essendo presente un menù degustazione ma solo alla carta, mi sono fatto consigliare dai   responsabili di sala Tiziano Chiti e Primo Cukaj.

I piatti che ho trovato particolarmente gustosi ed interessanti sono stati:

Antipasto
Sformatino di cipolla con salsa di pecorino e tartufo :elementi ben equilibrati e giuste consistenze

Osteria Il Pavone

Primo
Pici al ragù di anatra :finalmente un vero picio con un sugo totalmente di anatra:

Osteria Il Pavone

Secondo
Filetto di manzo alla Rossini accompagnato da verdure di stagione : partendo da un ottima materia prima se ben lavorata i risultati sono ottimi

Osteria Il Pavone

Dolce
Cheese cake con caramello salato: una bella la scelta quella del contrasto dolce /salato a fine cena

 

Osteria Il Pavone

Esperienza sicuramente positiva sia per passare una serata gastronomica o semplicemente per un ottimo aperitivo al bel bancone all’entrata dove il mixologist Federico Penpori prepara ottimi cocktails realizzati anche con i prodotti dell’ Officina Farmaceutica di  Santa Maria Novella

Antipasti da 12 a 14 euro
Primi da 14 a 22
Secondi da 24 a 35
(bistecca 60euro/kg)
Formaggi da 10 a 15 euro
Dolci da 8 a 10 euro

Via del Pavone1r, 50125 Firenze
055268134 sempre aperti

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento