Non è una recensione perchè non ci sono ancora andato:ha aperto ieri sera, non a caso durante lo svolgimento PITTI IMMAGINE il nuovo locale sorto dalle ceneri di Beccofino. Quest’ultimo non è mai riuscito a decollare, da un lato l’acustica non perfetta, dall’altro una cucina sempre in via di definizione, di fatto non è mai entrato nel cuore dei fiorentini ed il proprietario, David Gardner, ha preferito crearsi il suo “buen retiro” a Greve in Chianti, a Villa Bordoni. La nuova creatura nasce con Tommaso Buti, un passato poco glorioso con il Fashion café, un presente con gli orologi TB, oltre a risultare un play boy in pianta stabile, come potete notare qui e qui. Appena finito Pitti ci andrò a mangiare per dirvi quello che propongono: scommetto fin d’ora su tagliate, bistecche, carpacci, poi tonno in tutte le salse, e qualche tocco di fusion. AI posteri l’ardua sentenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Commenti

  1. Pago io se mi porti!
    Anzi,paga te e io porto le donne!
    Anzi,fatti dare i soldi dall’editore,faccimoci offrire la cena e
    andiamo a donne!
    Ho capito,resto a casa e aspetto sul blog!

  2. Quinto quarto » Blog Archive » Il Corriere della Sera e Tommaso Buti:leggetevi la sviolinata sul nuovo ristorante da parte del PR dello stesso ha detto:

    […] fiorentina, affida la recensione del nuovo locale di Tommaso Buti(sapete, quello di cui vi parlavo qui..) al PR dello stesso locale!Va bene la faccia tosta ma qui si esagera:controllate il numero di […]

  3. […] vogliono mangiare, io scelgo invece la sala interna. Apro il menu e scopro di essere stato facile profeta: 4 carpacci, una caprese ed una tartare di tonno. La scelta è un po’difficile tra i piatti, […]