Ora che il sindaco Nardella ha bloccato le aperture di nuovi locali, almeno nel centro storico, assistiamo agli ultimi fuochi di nuove aperture, cambi di chef, spostamenti di locali, cercando poi di capire se quelli aperti anche di recente hanno le spalle grosse per sopravvivere a lungo. Vi ricordate di Calino a Scandicci? Ne parlavo circa tre anni fa come scoperta particolare, da allora in molti lo hanno apprezzato ed ora ha chiuso i battenti al bocciodromo e sta per riaprire in Piazza delle Cure, a Firenze, accanto alla rosticceria Alfio. Tommaso Giovannini e Giovanni Pierattoni danno “casa” al loro progetto di street food itinerante  Pescepane, in via Carducci al 15, vicino al mercato di Sant’Ambrogio. Tommaso continua a gestire sempre la trattoria a San Domenico , Piatti e Fagotti, ma sarà interessante seguirlo in questa nuova avventura. La Buoneria è la nuova pizzeria che ha aperto all’interno del complesso del Fosso Bandito al Parco delle Cascine , con il pizzaiolo Antonio Starita ai forni: grande successo per la pizza fritta, le crocchette di patate ed una pizza con il cornicione di ottima fattura. Dopo un anno di pausa torna ai fornelli Riccardo Serni, già visto a Firenze al Demidoff Hotel di Pratolino, poi a Viareggio all’hotel Plaza, oggi a capo di un nuovo locale che aprirà i battenti ad aprile, Trattoria Moderna, sul Lungarno del Tempio, dove già esisteva l‘Outside Bistrot: annuncia una cucina fatta di recupero interessante delle tradizioni , semplice e gustosa. La Toraia, marchio diventato sempre più popolare anche fuori città, grazie alle aperture di Torino e Roma all’interno del Mercato Centrale, aprirà un nuovo locale al mercato Centrale dedicato alle carni bianche il BiGallo, poi un nuovo posto in via Carducci, vicino al Pescepane, azienda con la quale già collabora in uno spazio estivo all’aperto e terminerà con una bottega in Borgo La Croce: Ma non è finita qui, altre novità ci attendono…

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento