Fra le leggende metropolitane, quella della moka che non deve essere lavata è dura a morire. Già, c’è chi si tiene da anni una macchinetta del caffè oramai impresentabile in pubblico, ritenendo che sia la fautrice della bontà del caffé preparato in casa. Un po’ come quelli che non lavavano la bottiglia dell’olio conservando la morchia sul fondo, pensando così di fare del bene a quello che ci mettevano successivamente. I motivi che hanno creato questa leggenda sono da ricercare nell’acciaio, con il quale è prodotta la moka: il graffiarlo con una paglietta provocherebbe una perdita del metallo, a nocumento del caffé stesso e fino a lì ci siamo. Da lì a non lavarla proprio ce ne corre: ovvio, non si deve utilizzare detersivo, non si deve graffiare l’interno, ma che ogni volta si debba ripulire con acqua calda il filtro è piuttosto importante. E poi, se l’esterno lo si lava con cura, la pulizia non impedisce certo alla fiamma di riscaldare a dovere la macchinetta del caffè! Ultima cosa: non buttate i fondi di caffè nell’acquaio, lo intasano e basta, non lo puliscono!! Credits yaquii.forumfree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 Commenti

  1. Ma veramente c’e’ chi non lava la macchinetta?
    La macchinetta l’ho sempre lavata, evitando l’uso di detersivi, ma sempre con cura con acqua calda. La si riesce a pulire piu’ che bene senza rovinarla e senza che rimangano residui di sapone che renderebbero imbevibile il caffe’.

  2. Io la lavo una volta l’anno, se va bene, sono ancora vivo e il mio caffè è buonissimo. 🙂
    Si sterilizza da sola ad ogni utilizzo. 🙂

  3. a me hanno sempre insegnato che non si lava col sapone ma ovviamente che vada ben pulita con acqua calda, questa cosa del non lavarla proprio non l’ho mai sentita in vita mia