Lungo, indubbiamente, lo è: una forma un po’ squadrata anche se recentemente vanno forte anche quelli tondeggianti. Il colore pallido, rosato,ha visto tempi migliori, ma in realtà dipende dalla mano: con il caldo tende a rinforzarsi, mentre in inverno è veramente triste osservarlo, così poco attraente che ci si chiede sempre come possa essere interessante metterlo in bocca ed assaporarlo con piacere. Ora è giunto, finalmente,  il momento nel quale esprime appieno le proprie potenzialità,  ed è giusto sfruttarlo a dovere per tutto quello che può dare. Ogni volta un momento di godimento. Largo, quindi, al semifreddo di ciliege

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento