La Tenuta Monteti si estende a sud di Capalbio, dove fino a una ventina di anni fa c’erano solo campi da pascolo e una casa diroccata

E’ tra la macchia mediterranea e i boschi della bassa Maremma, a sud di Capalbio, che nel 1998 la famiglia Baratta trova le condizioni ideali per piantare le vigne, ricreando un legame ideale con i filari dell’Oltrepò Pavese tra i quali era cresciuto Paolo Baratta. Durante i lavori di preparazione del terreno le ruspe incontrarono dei ciclopici massi. Per la loro monumentale bellezza, furono collocati tra viali e vigneti e sono naturalmente divenuti il simbolo della Tenuta. Non dovendo sottostare alle normative previste dai disciplinari delle denominazioni di origine, furono scelti in assoluta libertà i vitigni meglio esaltati dal terreno e fu deciso di perseguire basse rese per ettaro ed elaborare un proprio metodo di vinificazione e invecchiamento. Nel ‘99 furono piantate le vigne e nel 2001 inizio la costruzione della cantina. La prima annata è del 2004, apparsa sul mercato tre anno dopo. Tre sole le etichette in produzione: Monteti e Caburnio, due vini rossi, e il TM Rosé, vini ottenuti da uve di Petit Verdot, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Alicante-Bouschet e Merlot, figlie di un’agricoltura responsabile con concimazioni invernali organiche e ridotti trattamenti.
 Dal 2007 le uve vendemmiate sono lasciate fermentare unicamente per via spontanea grazie ai lieviti autoctoni, presenti sulle bacche e nell’aria. Dal 2010 Eva come direttore e suo marito Javier Pedrazzini, responsabile commerciale e supervisore alla produzione, completano l’azienda a conduzione familiare.

Giovedì 28 giugno a Villa Olmi degustazione di TM Rosé 2017 igt Toscana. Nato nel 2014, è una piccola produzione di rosé dal colore pelle di cipolla pallido. Delicato e fresco, è dotato di una gentile struttura che lo rende perfetto sia come aperitivo sia per accompagnare piatti a base di pesce. È composto da un 80% di Merlot e da un 20% di Cabernet Franc precocemente vendemmiati a mano dall’alba a mezzogiorno. Le uve vengono sofficemente e brevemente pressate, e fermentano poi in tini di acciaio a bassa temperatura per preservare freschezza e aromi.

Nella stessa occasione in assaggio Monteti 2013 igt Toscana rosso e Caburnio 2014 igt Toscana rosso.

L’appuntamento è dalle 19.20 di giovedì 28 giugno a Villa Olmi Resort, via degli Olmi 4/6, Firenze. La degustazione di undici rosati, guidata da Leonardo Romanelli, avrà inizio alle 19.45. Un’ora dopo cena gran buffet e degustazione degli altri vini presentati dai produttori. Il costo è di 30 euro a persona per la degustazione guidata, la cena e gli assaggi dei vini; o di 25 euro per la cena e gli assaggi dei vini.

Info e prenotazioni Villa Olmi Resort, tel. 055 637710; frontdesk.villaolmi@toflorence.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento