50 anni sono tanti nella vita di una persona, figuriamoci per quella di un ristorante: Romano Franceschini e la moglie Franca Checchi sono riusciti in un’impresa ciclopica, tenere le redini di un locale da loro voluto e 3f02e264025114a9d4ffa1ae9bfda360_Laperto il 15 Aprile 1966, ad un’età che oggi nemmeno sarebbe possibile pensare, 23 anni lui e 16 anni lei. Meravigliosa avventura che li vede ancora saldamente al comando, insieme al figlio Roberto, uno dei più bravi sommelier in circolazione, in grado di rispondere alle esigenze dei clienti con una gamma di vini in carta, non solo esaustiva ma soprattutto divertente, dove fanno la parte del leone gli champagne ed i vini della Borgogna, ma anche la selezione italiana non è certo banale. La domanda che verrebbe da fare è sempre una: il segreto del loro successo? Come si fa a Romano-Calamaretti-ripieni-di-verdure-e-crostaceiconquistare  menzioni, risultati sulle Guide, articoli sui giornali  rimanendo sempre se stessi, riuscendo così a conquistare pubblico e critica? Con una parola semplice potremmo dire che sono semplicemente bravi, che l’arte del fare il ristoratore la si impara ma è poi difficile metterla sempre in pratica , che unire in un mix ben riuscito buoni piatti, buon servizio e buoni vini è un’alchimia portentosa ma non facile. Quello che riesce bene alla famiglia Franceschini è mettere a proprio agio il cliente, a non creare tensioni, a capire le esigenze. Si va da Romano per mangiare IMG_9554i piatti di sempre come i calamaretti ripieni che sono diventati un must della cucina italiana di pesce, ma, oltrepassato il Giubileo, grazie ad una squadra giovane e volenterosa, saranno messi nuovi piatti, con la voglia di andare avanti con un entusiasmo contagioso, che non fa sentire stanchezza ne’ abitudine..come nelle migliori famiglie insomma! Cento di questi giorni è il minimo che si possa augurare!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento