In questo locale è stata sdoganata definitivamente la pizza stile napoletano a Firenze, con il cordone alto ed uno spessore maggiore; già qualche locale la proponeva, ma qui si è affermata al grande pubblico, grazie forse alla “location”( si, lo so, non è bello, ma funziona..), accanto al mercato di S.Ambrogio, crocevia di fiorentini e turisti, il che permette di avere un pubblico costante tutto l’anno e, fatto raro tra le pizzerie, chiudere la domenica. Il fondatore si è poi trasferito in una nuova pizzeria in città, gli attuali titolari proseguono con impegno il lavoro, testimoniato da successo di pubblico e di critica. L’ambiente è caldo e accogliente, tavoli in legno dove viene apparecchiato con tovagliette di carta; la pizza si mangia anche a pranzo, ma volendo si può scegliere anche altro, in cucina si lavora bene, con numerose specialità di pesce, ed alcuni piatti tipici della tradizione napoletana tra le proposte. Conviene prenotare la sera, a pranzo arrivando presto si può anche scegliere il tavolo, magari quello tondo per quattro, posto in una nicchia seminascosta. La pizza: la carta non è immensa, come si conviene ad una pizzeria che si rispetti: il cambio del pizzaiolo non ha stravolto l’impasto, ora si lavora su lievitazioni più lunghe. Il risultato è quello di una margherita ben lievitata, con un cordone asciutto, solo a volte appena colorito, ma mai bruciato. La pasta ha un buon sapore, non eccede in umidità sotto il pomodoro, che risulta eccellente, dolce, dalla giusta acidità. Il basilico è aggiunto fresco, la mozzarella si scioglie bene, il finale gustativo è lungo e gradevole. Volendo poi, ci sarebbero anche i dolci, dipende quanta fame avete 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 Commenti

  1. Niente da eccepire sulla qualità della pizza ma ho smesso di andarci da qualche anno visto che avevano l’abitudine di cacciarti (anche in modo non proprio gentilissimo) mentre avevi ancora l’ultimo morso di pizza in bocca.

    —Alex

  2. Condivido al 100% il pensiero di Alex.
    Ci sono andato con la mia ragazza poco meno di un annetto fa, a cena, e sono stati davvero poco accoglienti. Se anche la pizza è buona, non ti puoi permettere di dire “allora se non prendete più nulla vi porto il conto” – “Eccolo, vi potete accomodare alla cassa”. Nemmeno a mensa!