Il locale è di grande successo, di quelli che riece ad accontentare un gran numero di persone: posto vicino all’ostello principale fiorentino, riesce ad accontantare una vasta clientela fatta di turisti e fiorentini, ma dove non si respira affatto aria di ristorante turistico. Meglio definirlo “ristorante pizzeria”, vista l’ampia scelta della carta, dove non manca l’ampia scelta di carni alla griglia, i piatti del giorno ma anche quelli vegetariani. Per quanto riguarda la pizza, il forno è elettrico e la scelta è stata allora quella di proporre una pizza sottilissima e croccante, che ha conquistato un determinato pubblico di avventori. Da circa un anno, la proposta si è ampliata con la pizza alta, con il cordone quindi più consistente. Al gusto è evidente la differenza con quella cotta a legna per la lieve biscottatura che avviene,a causa della temperatura del forno, probabilmente, ma il sapore è corretto: non troppo salata, riesce a sostenere, senza bagnarsi, il pomodoro. Per la versione Napoli, le acciughe conservano un sapore senza lasciare prevaricare il salato. Nella media, il sapore della mozzarella e del pomodoro. Servizio efficiente e cortese malgrado l’affollamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento