Per i non toscani è forse un piatto inesistente; lo si trova in qualche trattoria tipica, ma sempre meno cuochi hanno voglia di prepararlo. La ricetta originale prevede pane raffermo ammollato nell’acqua, basilico, cipolla, olio, sale, pepe ed un goccio di aceto. Poi si sono cominciati ad aggiungere i pomodori, qualcuno la carota ed il sedno, e fino a qui passi, il problema è quand si trovano panzanelle che sembrano insalate di riso..sottaceti, sottoli, tonno. La qualità del pane, in realtà, gioca un ruolo fondamentale..come la fate?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 Commenti

  1. pane toscano raffermo e ammollato
    pomodoro dell’orto (rigorosamente)
    cipolla rossa
    qualche strisciolina di insalata
    basilico
    olio
    aceto
    sale e pepe

  2. Concordo che la qualità del pane è fondamentale…importantissima la freschezza del basilico, e la cipolla rossa in gran quantità. A volte mi piace mettere qualche bel cappero di pantelleria…

  3. da burde è un grande classico da giugno a settembre
    pane cotto a legna ammollato
    cetrioli
    pomodori
    basilico
    olio
    sale
    aceto
    insalata (pochissima)
    cipolla a fettine

    moltii però lca ipolla non la vogliono!

    in Osteria Tornabuoni la usiamo come entrèe

  4. molto aceto e niente insalata poi pomodori, basilico e cetrioli..
    quello che fa la differenza però è il pane
    ciao a

    dimenticavo, odio la panzanella quando il pane non è stato strizzato bene e fa l’acqua.

  5. odio anch’io la panzanella troppo molliccia: il pane deve essere strizzato benissimo!
    a me piace molto e la preparo spesso d’estate, non dico tutti i giorni ma… quasi 😀

    pomodoro lungo ben maturo
    pane cotto a legna, raffermo da diversi giorni
    olio evo
    sale
    pepe nero
    aceto di vino rosso
    cipolla rossa
    basilico
    e basta! raramente aggiungo pochissimo sedano o poco cetriolo.

    in umbria la panzanella si fa con la fetta di pane acetello intera e non sbriciolata, con sopra tutti gli altri ingredienti conditi, ma personalmente faccio più spesso la versione toscana, anche se esteticamente è meno attraente 😉

    ciao!

  6. La vera panzanella non è sicuramente quella proposta in TV da Vissani, in presenza di un povero Bigazzi che strabuzzava gli occhi (credevo morisse di crepacuore) ….trasmissione indimenticabile!!!! Non di sicuro rosetta tostata in forno, pomodorini ciliegia… Ricetta toscana…prodotti toscani!!!!

  7. Ormai da tempo il pane raffermo… lo conservo esclusivamente in “previsione” di un bella scodella di pappa al pomodoro…
    🙂

    Stefano.