La crisi incombe, d’accordo, ma su alcune scelte vitali non si transige: prendiamo la colazione al bar. C’è chi rinuncia a tutto, ma non al cappuccino con brioche. 2 euro al giorno, in un mese fanno 60 euro, spesi però volentieri. Passi per quello che trova la pasticceria con i croissant favolosi, l’altro che si ferma al bar dove c’è chi prepara un cappuccino da sballo, ma la maggior parte degli avventori si ferma la bar per abitudine. Sopporta così un espresso indecente, si accontenta di paste dolci infime, però c’è un tavolino dove leggere il giornale, l’amico di sempre con il quale scambiare due chiacchere. Voi perchè vi fermate a fare colazione al bar?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 Commenti

  1. Buongiorno, devo dire che i miei mi hanno abituata a fare colazione in casa con il caffè della moka e qualche biscotto o pane-burro e marmellata. Quindi io faccio colazione al bar quando mi voglio fare un regalo!!! mi piace sedermi e non pensare che mi dovrò rialzare per spegnere il fuoco e servirmi il cafè e mi piace mangiare una bella briosche ma buona buona accompagnata da un caffè bello cremoso. Sono fortunata perchè il bar davanti casa mia non mi delude mai così come il bar dell’università. Perchè un cattivo caffè può veramente rovinarti l’umore!!!

  2. La colazione al bar a volte è un piacere che, almeno nel mio caso, rappresenta anche un momento di sosta, di pausa, di rilassamento e di gustarsi qualcosa di buono. Per questo aspetto non transigo, la pasta deve essere ottima, il caffè o il cappuccino altrettanto. Mi piace girare per bar, conoscerne di nuovi (un pò come per i ristoranti) e li classifico: li danno ottime briosche vuote, li fanno delle parigine stupende, li il caffè mi piace e li no…insomma…tempo permettendo la colazione al bar per me è un piacere che mi concedo ogni tanto!

  3. In genere faccio colazione a casa, dolce preparato da me, buon latte fresco, caffè fumante…
    La colazione al bar deve quindi essere perfetta, un lusso da vacanza: non solo buon cappucino e ottimo lievito, ma ambiente adeguato e un pò di tempo per fermarsi al tavolino scelto, leggere un giornale, fare due chiacchiere.

  4. io mi sono preso una macchina da caffè tipo bar per casa e mi faccio espressi cremosi ogni volta che ne ho voglia!
    i bar li ho sempre bazzicati poco..

  5. Come la colazione a casa non ce n’è!…
    Mangi come vuoi e sopratutto quanto vuoi…
    sai che figura ordinare tre brioche alla crema e due cappucini?

  6. La pausa delle undici con un buon caffe e pastina è irinunciabile. Appena alzato mi faccio il caffe con la moka e un bricco di latte fumante e li bevo separatamente accompagnandoli con torte fatte in casa o biscotti(io preferisco i Gentilini). Ma poi verso le 10,30/11 vado al bar con colleghi ma anche da solo e mi gusto con calma (insomma, mica tanto) caffe macchiato in tazza grande e sfoglia di riso. Questo il mio classico. Vicino al lavoro c’e l’O Cafè che poi sarebbe la pasticceria del ristorante Open Glden View . Pasticceria fresca di alta qualità, solo il personale un pò deludente (lenti, molto lenti forse perche capiscono il giusto, tutti stranieri o quasi).

  7. La colazione al bar in famiglia ormai la facciamo raramente. Preparo io i dolci ed il per la colazione, quando raramente capita, è quasi sempre una delusione. La scelta è limitata e soprattutto si trovano sempre gli stessi prodotti..la pasticceria è così varia, ma perchè si producono sempre le stesse identiche cose?? Per non parlare poi della completa assenza di prodotti per persone intolleranti al lattosio o al glutine.
    Per la scelta e la qualità dei prodotti molto meglio fare colazione a casa!

  8. una volta che la mia pasticceria preferita ha cambiato gestione non ho più avuto ragione per fare colazione… la salto ed arrivo direttamente al pranzo!

  9. Sì! Io rientro in quella categoria di “viziosi gaudenti” che si concedono la colazione al Bar!
    In effetti in termini di costi …. non è proprio economica …. 60 euro al mese almeno …. ma per quanto mi riguarda, è un modo per socializzare e concedermi un attimo di stacco dal mio lavoro, che posso fare prevalentemente da casa, essendo una freelance che sta attaccata ore e ore al pc a scrivere e scrivere articoli.
    Il Bar è la mia Oasi felice di contatti reali in un mare virtuale ….