Prendi una domenica di autunno, con il primo freddo che si fa sentire, il tempo che vira alla pioggia e trova la magia della Carnia. A Tolmezzo, nel museo delle arti e tradizioni popolari “M-Gortani”, si è svolto un pranzo che ha messo in luce le caratteristiche della gastronomia locale. Già l’ambiente ispirava, poi i ragazzi della scuola alberghiera a servire erano bravi a svolgere il servizio, infine i piatti, ecco che un sentimento di benessere pervadeva la sala. Il menu giustamente avrebbe bisogno di un traduttore, per

scoprire che il “mussot” è una sorta di mousse di fagioli, che il Brut Bursat e invece una zuppa autunnale, mentre i  cjarsons sono dei ravioli delicati e profumati di cannella. Un paio di ricette le abbiamo anche carpite

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LOVncW9QslI[/youtube]

e quella dei canederli

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=oTiRvYSA5GM[/youtube]

Infine un buon consiglio, visotatela soprattutto in questa stagione: esiste l'”albergo diffuso” in zona, case nel paese che funzionano da albergo per renderlo vivo e vitale!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento