Mi ricordo, sì mi ricordo..una sorta di bottega, dove le piastrelle bianche alle pareti davano un senso di casa, la cucina proposta era quella del passato, che conservava il gusto delle cose buone. Gli artefici furono Elena Mattei e Duccio Magni, in un periodo fortunato per la piazza fiorentina, quando iniziarono a fare i ristoratori tanti dei protagonisti attuali. Poi il cambio di gestione, Duccio che oggi lavora al “dei Frescobaldi” wine bar mentre Elena, dopo altre esperienze, torna a collaborare con la nuova proprietà., dell’imprenditore napoletano Massimo Nocera. Cambiato il look del locale, più adatto ad una cucina che fa del pesce il vero protagonista. La scelta del cuoco è insolita e divertente: Oscar De Los Rios, pittore per diletto, cuoco ad effetto, da Madrid ha deciso di operare a Firenze, e mette nella cucina parte del suo carattere. Il “pesce allegro” potrebbe definirsi, a partire dalla tartare di tonno abbinata alla frutta, ai carpacci assortiti a seconda del pescato agli spaghettoni alle vongole veraci, rifiniti con poco formaggio sul finale. Buono anche il cartoccio di fritto di mare assortito, o i gamberi al sale, di assoluta freschezza. Servizio gioviale, con Elena a dirigere con competenza e passione Carta dei vini ancora in via di formazione, con i vini bianchi ad eccellere. Tre portate escluso vini 60 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Commenti