Metti una donna che si appassiona al vino, falla occupare di commerciale anche se ha studiato enologia e viticoltura e falle girare il mondo: accumula esperienza e passione, apre e chiude la valigia in continuazione, prende aerei e frequenta fiere, sono più le volte che deve sedersi ad una cena di gala che visitare la cantina, parlare di politica e di calcio(vabbè. è un mondo maschile, tocca anche quello:-)). Il lavoro scorre, poi subentra il primo amore,quello della terra, e magari di quello che c’è dentro la bottiglia, non per farlo conoscere ed apprezzare da stappare, ma per tutto quello che c’è prima che entri dentro. L’occasione avviene in famiglia, a Radda in Chianti, dove c’è la vigna, che è diventata grossotta e che necessita di maggiore attenzione: Angela Fronti non si nasconde dietro un dito, molla tutto, si rimette gli scarponi e comincia a lavorare tra vigna e cantina. Il primo vino è stato il 2009, adesso tocca al 2010 e poi la strada sarà sempre più da allargare, poichè di vino da imbottigliare ce ne sarà ancora, ma parliamo di quello di oggi: il Chianti Classico 2010 è sangiovese con piccola aggiunta di merlot(sì, merlot, ci sta benissimo e non cominciamo con gli eccessi di zelo!) dal colore porpora intenso, naso fresco, di frutti di bosco come ribes e mirtillo, ciliegia ben definita. In bocca ha un ottimo ingresso, morbido, suadente, gradevole, si allarga e non si irrigidisce a causa dei tannini. Finisce con un retrogusto succoso e prolungato. Credits http://enoclubsiena.blogspot.it/

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento