Lei era arrivata quel giorno dalla città del nord, quasi scappata da una situazione che non le piaceva. Alta, bella e impossibile per molti, cercava di ritrovare un equilibrio smarrito. Il Sud l’accolse con tutta la sua intensità, la bellezza ed il calore. Fece una sosta veloce in albergo, si cambiò, senza mettersi niente di appariscente ma lebastava un semplice tubino per destare l’attenzione. Si incamminò per incontrarsi con gli amici, le piaceva stare con loro per allontanare pensieri poco piacevoli e le piaceva essere guidata tra i violi e le strade senza una meta precisa. Si fermarono per bere qualcosa, due chiacchiere in libertà, poi improvvisa una sensazione che cominciò a pervaderla in tutto il corpo. Lo sentì: una sensazione violenta, potente, dalla quale non poteva che essere attratta. Esitò a girarsi per un attimo, ma sentiva che lui c’era: lo avvertiva dal profumo, dall’intensità dell’emozione che stava vivendo, dal corpo che cominciava a fremere. Si rese conto che lo voleva, senza compormessi, lì e subito: era quasi spaventata, non le era mai successo niente di simile, mai aveva osato così tanto, ma capiva che, anche se era con amici che la conscevano da anni, insieme a sconosiuti mai visti, questo non avrebbe causato alcun freno inibitorio per la sua passione. Sentiva che lui era disposto a concedersi completamente e la sua testa iniziò a vagare: non capiva più quello che gli amici dicevano, era tutta concentrata solo su di lui. Si alzò con una scusa, andò nell’altra stanza e lo raggiunse: non ci fu bisogno di parole, protese le mani,lo sentiva nella bocca e nel viso, le narici erano pieni del suo profumo, in bocca lo sentì forte e deciso, ne fu conquistata e si concesse senza ritegno, incurante delle persone che la guardavano con aria stupita : per il cous cous avrebbe fatto di tutto!Credits bladibella.com

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento