Praticamente impossibile trovarlo nei ristoranti, sopravvive nelle memoria di famiglie che lo hanno sempre cucinato come tradizione. Non deve stupire il legame tra dolce e salato. Spesso alcune ricette riportano l’impiego di frutta candita, frutta secca, se non addirittura di cavallucci e ricciarelli. Un’esperienza comunque da provare!

Ingredienti per 6 persone. Per la marinata: 3/4 di l di  vino rosso, 2 foglie di alloro, 6 chiodi di garofano, 1 cipolla, 1 rametto di rosmarino, 2 costole di sedano 1 carota, 60 g di aceto .Per il piatto:  900 g di lingua, 300 grammi di polpa di pomodoro,  1 cipolla rossa, 4 spicchi di aglio,  25 g di cacao magro in polvere, 50 g di cioccolato fondente  1 bicchiere di vino bianco,  sale fino, pepe nero, 2 dl di olio extravergine di oliva.

Preparare dapprima la marinata, facendo bollire il vino con le spezie e gli aromi ed unendo, quando si sarà raffreddato, l’aceto. A questo punto, mettere la lingua tagliata a fette in una terrina, versare la marinata e lasciar riposare in luogo fresco per almeno 12 ore. Tritare la cipolla e l’aglio e metterli a rosolare in una casseruola, con l’olio. Aggiungere la lingua , farla insaporire e bagnarla con il vino bianco. Unire la polpa di pomodoro, salare e pepare, quindi spolverizzare con il cacao. Far cuocere per circa 2 ore, facendo attenzione che il fondo non si asciughi eccessivamente, unendo a quel punto parte della marinata filtrata. Tritare finemente il cioccolato fondente, metterlo nella lingua e farla cuocere. A fine cottura, scolare la lingua e tenerla in disparte al caldo. Passare al passaverdura il fondo di cottura e farlo restringere sul fuoco. Mettere di nuovo la lingua e servire.

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Commenti

  1. A dire il vero…non e’ che questa ricetta mi entusiasmi piu’ di tanto…anzi… ma daltronre i gusti sono gusti ed e’ giusto cosi’!!!

    Approfitto di questo post caro Leonardo per fare a te ed a tutti gli utenti di questo tuo blog i miei piu’ sinceri auguri di buon Natale ed un sereno e felice anno nuovo.

    ci si vede…ehm…sente…no nemmeno questa va bene….ah si…ci si legge presto!!

  2. questa ricetta la provo di sicuro, caro Leo, perché sono un’adoratrice della lingua!!!!

    tanti cari auguri di buon natale a te ed ai frequentatori abituali del blog…sergio…marco…fabrizio…e tutti gli altri!
    ci si rilegge a gennaio!