In pochi anni è diventato un classico, un appuntamento che raduna famiglie, amici, ma anche i clienti dell’albergo durante la stagione più fredda, quando la città non si svuota e la domenica preferisce indugiare a tavola. Del termine originario non c’è più il riferimento ai prodotti della prima colazione, se non per le uova affogate fatte al momento, che possono essere mangiate, in questo periodo, anche con il tartufo. Il numero degli ospiti a volte è talmente numeroso che si allestiscono anche due buffet separati, uno nella sala ristorante, che rimane il nucleo centrale, è l’altro nella hall. Vito Mollica ha deciso di aprire le porte della cucina, e i piatti Brunch Four Seasonscaldi sono distribuiti direttamente dai cuochi sul loro posto di lavoro, con una scelta di primi e secondi che varia ogni volta. Ma conviene fare dapprima un giro esplorativo, per decidere cosa e quanto mangiare, passando dapprima dal buffet di formaggi e salumi, di varia provenienza, con abbinamento di sott’oli, oppure dedicarsi alle portate di pesce, con l’insalata di mare, le coquilles St.Jacques marinate, il crudo di tonno, il cous cous, le ostriche o un piatto della tradizione come i gamberetti scottati accompagnati dalla salsa rosa. Non mancano le mousse, di fegato, di fagiano, una zuppa calda, come la pappa o la ribollita e poi, lo spazio per lo street food, declinato in un albergo di lusso, il cuoco che prepara il panino con il lampredotto, oppure propone un altro piatto “povero” come la trippa, senza tralasciare una golosità come la tartare di manzo. Quello che piace, agli avventori, sono i ritmi non pressanti, la mancanza di affollamento, la “sicurezza” di poter accedere ai tavoli di distribuzione a piacimento. E magari scambiare due chiacchiere con i cuochi, farsi anche cucinare un piatto all’istante. Pasticceria ampia e variegata, di grande effetto scenografico. I vini sono proposti, ogni settimana, da una cantina diversa, ma non mancano etichette di champagne ed altri vini a scelta. Prezzo: 82 euro adulti, 50 teen ager, 25 bambini

I commenti sono chiusi