Quando si dice il buon gusto..mi arriva un invito per andare da  un produttore di olio durante la visita del campione olimpico di ginnastica Igor Cassina. L’idea può essere carina ma la foto..ma il creativo che ha cosigliato l’azienda chi è? Passi per quando, al VIP di turno, si fa prendere in mano una bottiglia e si fa una foto di gruppo, o un brindisi, ma la bottiglia piazzata lì sul cavallo..stavolta provo a mettere anche la foto, hai visto mai che mi riesca?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 Commenti

  1. …se l’Olio è come la qualità e il gusto della foto non serve neanche per le saracinesche dei negozi di Lungarno, egregio Romanelli!!

  2. Porto le mie olive a molire al frantoio di Vertine, di proprietà Santa Tea.
    Lavorano bene, riescono a dare il massimo della qualità dal prodotto che consegno, e anche il loro olio è di alta qualità.
    Dovessi non conoscerli e basarmi sulla campagna pubblicitaria, ci penserei più di una volta a dar loro le mie olive.

  3. COMUNE DI FIRENZE

    COMUNICATO STAMPA

    Giovedì 29 maggio ore 15.30 al Palagio di Parte Guelfa
    l’Assessore alle Tradizioni e Valorizzazioni popolari,
    Eugenio Giani
    presenzierà l’incontro a un anno dalla pubblicazione del libro
    «Cara Mamma», Sassoscritto editore,
    di Titti Giuliani Foti
    il cui ricavato è destinato alle associazioni di aiuto domiciliare oncologico di Firenze.

    Nell’occasione tre assegni saranno offerti a:
    Pallium Onlus;
    Ant, Associazione Nazionale Tumori;
    Att, Associazione Tumori Toscana.

    Partecipano con l’autrice,
    Dacia Maraini, scrittrice;
    Giancarlo Cauteruccio, regista;
    Marcello Mancini, caporedattore La Nazione

    Inoltre,
    la Cassa di Risparmio di Firenze S.p.A, da sempre impegnata a sostenere il suo territorio di riferimento non solo nel settore economico ma anche in quello della solidarietà e dello sviluppo sociale, ha scelto di sostenere questa iniziativa, offrendo un contributo attraverso l’acquisto di numerose copie del libro che saranno regalate durante l’incontro.

    Al termine della cerimonia il

    “Cenacolo degli Sparecchiatori”
    offrirà un cocktail – merendina per tutti
    con la collaborazione del “Vino a scroscio”

    L’incontro è a ingresso è libero.

    A presto tuo
    Otto

  4. Caro Giornalista,

    ecco la solita italia!!

    Trovo abbastanza deludente vedere come una categoria, come quella che lavora con la comunicazione, sia solo capace di stare lì a criticare il lavoro altrui basandosi sempre su una immagine!!

    Anzichè valorizzare e far capire alla gente quanto può essere importante saper scegliere e vivere bene: dedicarsi allo sport e mangiare in modo sano!! Le solite occasioni mancate!

    Finalmente un prodotto di alto livello qualitativo, che io acquisto sotto casa, che si impegna in una promozione di ideali sani e corretti.. anche per i nostri figli!!

    Non credo che la superficialità paghi a lungo..nemmeno nei commenti!

  5. Cara Cristina,nessuno discute sulla qualità ma sull’ immagine !
    Se l’olio lo faceva Rocco Siffredi e metteva una sua foto,o meglio,
    un fermo immagine secondo te cosa era una promozione per il maschio italiano e le sue qualità amatoriali?
    E se lo faceva Luxuria cosa dicevi che noi eravamo dei fallocrati razzisti?
    Addio bella!

  6. Egregio dottor Romanelli, mi presento, il mio nome è Andrea Vidotti e curo l’ufficio stampa del Frantoio di Santa Tea di Reggello (Firenze) della famiglia Gonnelli. Ho avuto modo di leggere il suo commento sul suo Blog relativo all’immagine fotografica di Igor Cassina. Premetto che ogni critica è sempre ben accetta, anche perché così ci arrivano stimoli e input continui per migliorarci, mi permetto solo di segnalarle che la foto che ha ricevuto in allegato all’invito non fa parte di una campagna pubblicitaria del Frantoio di Santa Tea. Non rientra nemmeno nei programmi, nelle strategie e nei budget della famiglia Gonnelli l’idea di fare pubblicità istituzionale e promozione al prodotto con l’immagine di Igor. La collaborazione con Igor Cassina prevede che il Frantoio di Santa Tea sia un Fornitore Ufficiale di Igor, l’olio extra vergine di oliva è infatti uno degli elementi base della piramide alimentare nell’ambito della dieta mediterranea, come testimoniato anche dalla dottoressa Giovanna Berlutti, medico nutrizionista del Coni e della Federginnastica. Oltretutto l’esercizio di Igor alla sbarra, il famoso “Movimento Cassina” in cui volteggia nell’aria, è già da solo uno slogan ed un inno alla leggerezza.
    Ci tengo a precisare che il Frantoio di Santa Tea è un piccolo – medio frantoio toscano che per la prima volta, e per primo nell’ambito dei prodotti di qualità, cerca di farsi conoscere utilizzando una comunicazione più strutturata, abbinando il proprio prodotto, di alto livello qualitativo, ad un campione dello sport olimpico, ed investendo quindi su un messaggio finalmente veritiero a 360°, rispetto alla dilagante pubblicità che ogni giorno ci tartassa con prodotti sicuramente non ottimali per la forma fisica.
    L’idea di fondo era quindi quella di lanciare un messaggio forte al consumatore sempre più attento alla qualità del prodotto, Igor Cassina altro non sarebbe se non un “ambasciatore” del mangiare bene ed in modo sano. L’olio extravergine non fa ingrassare, anzi consumandolo quotidianamente ha molteplici qualità benefiche.
    La tanto criticata foto ha un suo perché, dovendo inviare un invito strettamente personale ci siamo trovati a dover pensare ad un’immagine che facesse ricordare subito al mondo della ginnastica, i più infatti potrebbero non sapere chi è Igor Cassina (magari più conosciuto per la partecipazione a “Ballando con le Stelle” che per la Medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Atene). Questo il motivo di un’ambientazione “palestra”. Non sarebbe stata più banale e scontata una foto di Igor Cassina che salta la staccionata ? Oppure di Igor Cassina a tavola che si condisce l’insalata ?
    Ripeto, accettando di buon grado le critiche sarà ns. cura, nel caso si decidesse di pianificare una campagna pubblicitaria ad hoc, interpellare i più famosi creativi che sapranno sicuramente strutturare al meglio un’immagine dell’abbinamento fra l’olio extravergine di oliva ed il campione brianzolo.
    Le ricordo inoltre che il frantoio ha lanciato nel 2004 il portabottiglie da borsetta e quest’anno al Cibus di Parma ha presentato con il Gastronauta Davide Paolini il nuovo portabottiglie da tavola (per le nuove bottigliette mignon da 20 ml) pensato per il mondo della ristorazione. Questo sempre per testimoniare la ricerca continua da parte della famiglia Gonnelli di strumenti di marketing atti a valorizzare l’olio extravergine di qualità.
    Mi dispiace comunque che non abbia accettato il nostro invito a venire al Frantoio a Reggello il 26 maggio, avrebbe avuto la possibilità di visitare il più antico Frantoio d’Italia che ha al suo interno anche un Museo storico, conoscere le persone che si dedicano a questo antico mestiere con passione e dedizione, degustare le diverse varietà di olio prodotte, conoscere Igor che oltre ad essere un grande campione del mondo dello sport è una persona dai grandi valori umani.
    Da parte nostra continueremo a fare il nostro lavoro con il sorriso sulle labbra, con la passione e la serietà che da sempre ci contraddistinguono.
    Mi scuso per la lunghezza del mio commento, La saluto con cordialità e mi auguro di incontrarla presto.
    Andrea Vidotti

  7. @andrea vidotti
    Non capisco perchè ad una critica si debba sempre rispondere con una lunga serie di considerazioni accettabilissime ma che non toccano il nocciolo del problema. Proprio perchè conosco il frantoio Santa Tea(come prodotto intendo) ritengo che l’immagine utilizzata sia stata sbagliata, ma nessuno mette in discussione tutti gli altri aspetti del lavoro e della vita riguardanti Igor Cassina e i proprietari del frantoio. A mio avviso l’immagine rimane priva di eleganza emeritevole, sia l’azienda che il testimonial, di una migliore campagna fotografica. Se ritenete che questa sia giusta è lecito, come il mio diritto di criticare

  8. @ Andrea Vidotti:
    L’olio di S.Tea è uno dei miei preferiti.
    L’immagine,però,è priva di gusto,di umiltà,
    tecnicamente banale e esteticamente priva di significato!
    Mi meraviglio che un’agenzia tanto organizzata e
    creativa come la sua abbia potuto avere una caduta di stile come questa,anche se era solo per l’invito per la presentazione.
    Come lei dovrebbe sapere,è proprio la presentazione la parte più importante,visto l’ineccepibilità del prodotto!