Il nostro vino incarna in modo inimitabile la ricchezza di sfaccettature del nostro territorio montano, combinando influssi alpini e mediterranei, tradizione che si tramanda da generazioni e forte impulso all’innovazione, perfezione e intuizione, qualità e creatività, disinvoltura e affidabilità. “Eduard Bernhart – Direttore del Consorzio Vini Alto Adige

Icon wines Alto Adige In queste poche parole è racchiusa l’essenza della regione dell’Alto Adige, una descrizione perfetta del territorio. Le sue cime con i colori a contrasto tra il bianco della neve ed il blu del cielo, i colori d’autunno che si specchiano nelle acque verdi dei laghi, rilasciano un senso di piccolezza e di eternità allo stesso tempo, che difficilmente viene dimenticato, anzi rimane come una presenza che viene in aiuto al bisogno.Tradizione, valori importanti condivisi e tramandati nel tempo, realtà fatta da piccole identità a gestione per lo più familiare, che hanno tutte come filo conduttore la determinazione nel fare e nel fare bene, che si riflette anche nell’ambito della produzione vinicola, con vigneti vari e versatili,supportati da un terroir ricco e generoso che va dai pendii della Val Venosta, alle colline soleggiate della Bassa Atesina fino ai vigneti “alpini” della Val d’Isarco.

Icon wines Alto AdigeDietro ai grandi vini dell’Alto Adige si celano quindi vignaioli tenaci e lungimiranti, ad oggi sono più di 5.000 che, con le proprie famiglie, restano ancora saldamente legati alla passione per i propri vigneti, formando una comunità forte e coesa che rappresenta la loro identità e il loro orgoglio. Ecco perché le strutture sono piccole ma le personalità grandi, ed è proprio da queste che i vini dell’Alto Adige traggono carattere e peculiarità. Il tutto incorniciato da un forte senso di appartenenza, attenzione al piccolo, visione e lungimiranza, voglia di consegnare alle generazioni future un’eredità dal valore inestimabile, fondato su un terreno unico al mondo: il calcare dolomitico.

Icon wines Alto AdigeIn questo il Consorzio dei Vini dell’Alto Adige nasce proprio come collettore, per supportare e sostenere sia le piccole aziende che quelle più grandi e strutturate, sia i vignaioli indipendenti. Importantissima realtà dunque che sostiene, promuove e arricchisce tutto il territorio produttivo vitivinicolo, con un forte impegno anche per il futuro che con il centro di consulenza per la frutti viticoltura, il centro sperimentale agricolo di Laimburg, l’Accademia Europea di Bolzano, la Libera Università di Bolzano e Alfred Strigl, esperto di sostenibilità, ha elaborato un’AGENDA 2030 che prevede un piano di interventi importanti per il futuro della produzione vitivinicola altoatesina.

Icon wines Alto Adige

La presentazione degli Icon Wines a Firenze presso Chic Nonna di Vito Mollica, ha rappresentato un modo per sancire le particolarità, le intenzioni e le peculiarità finora descritte:7 vini storici e leggendari che hanno saputo esprimere al meglio l’alto livello enologico raggiunto in Alto Adige, profondamente connessi alla storia dei loro produttori e alla filosofia produttiva che li ha ispirati.

Alto Adige Metodo Classico Extra Brut Riserva 2017 ARUNDA

Vitigni Chardonnay e Pinot Nero vinificato in bianco, 60 mesi sui lieviti, che alla vista, al naso ed al palato raccontano di una grande bollicina pungente e persistente, incastonata in un colore giallo brillante e dorato che rimane al sorso lunghissimo.

Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvner Riserva Alte Reben 2019 TENUTA PACHER HOF

Espressione eccellente di un Sylvaner dai massimi livelli che riposa 9 mesi in botti di rovere francese. Incantevole giallo paglierino luminosissimo, sale intenso al naso con note di fiori bianchi freschi, salvia, rosmarino e leggera tostatura, in bocca entra deciso ma elegantissimo, per un finale persistente ed armonico, lasciando un piacevolissimo ricordo davvero indelebile.

Alto Adige DOC Pinot Bianco Riserva Renaissance 2019 GUMP HOF- Markus Prackwieser

Fermentazione ed affinamento in legno per 12 mesi a cui seguono altri 12 mesi in acciaio sulle fecce fini, prodotto dal 2012 e solo in alcune annate. Giallo luminoso intenso, il Pinot Bianco è il vino bianco degli altoatesini, dei brindisi e della socievole compagnia. Al naso regala sentori di pesca bianca ed agrumi, erbe aromatiche e vaniglia; al palato risulta gradevole raggiungendo un piacevole equilibro tra freschezza e morbidezza, con una acidità finale che regala lunghezza al palato.

Alto Adige DOC Bianco Riserva LR 2019 CANTINA COLTERENZIO

Chardonnay, Pinot Nero e Sauvignon, matura in botti di rovere e rimane in bottiglia per ulteriori 12 mesi. Luis Reifer è il grande ispiratore di questo vino per anni presidente della cantina Colterenzio. Arricchito da un packaging particolare, una maglia medievale che veste la bottiglia a suggellarne l’importanza, incanta con un giallo brillante che vira sul dorato, esprime un ricco bouquet di fiori gialli, frutta esotica, miele e speziatura dolce. Corpo elegante e rotondo, per un vino da un grande carattere ed una importante struttura.

Alto Adige DOC Lagrein Taber Riserva 2020 CANTINA BOLZANO

Pure espressione di Lagrein, ottenuto con uve altamente selezionate, fermenta in botti di legno ed affina per circa un anno in barriques francesi e botti grandi. Impenetrabile rosso rubino con sfumature ancora porpora, ciliegia e frutti di bosco maturi, sentori di viola fresca e fiori blu, nota finale di eucalipto, con un finale di cacao e vaniglia. Di corpo al sorso, intenso e persistente, elegante con una espressione di tannino armonioso per un risultato armonico e gradevole.

Alto Adige DOC Merlot Cabernet Riserva Tres 2015 CANTINA KURTATSCH

77% Merlot, 20% Cabernet Franc, 3% Cabernet Sauvignon, prodotto solo nelle annate degne di nota, le tre parcelle più vecchie e migliori vengono raccolte e vinificate separatamente. Fermenta in tini di legno, affina in barrique di rovere francese per 15 mesi. Segue poi una permanenza in botte grande di rovere per 9  mesi e in bottiglia per 4/5 anni. Espressione di pregio della zona del Brentall al Corno di Tres da cui il nome appunto che però simboleggia anche il logo della Cantina con i tre cipressi, ogni etichetta è un’opera unica della pittrice   Margit Pittschieler, a sugello dell’importanza di questo vino. Si presenta con una veste di colore rosso rubino impenetrabile, con leggere sfumature granate, si esprime al naso potente ed intenso, con note di frutti rossi e neri maturi, fiori essiccati, marmellata di arance rosse, chinotto, vaniglia e leggera nota affumicata.  Al palato si esprime pieno e di corpo importante, struttura fine ed elegante, tannino garbato, e persistenza notevole, per un risultato piacevolmente armonico.

Alto Adige DOC Gewurztraminer Auratus 2022 RITTERHOF WEINGUT-TENUTA

Espressione di Gewurztraminer di vendemmia tardiva, le cui uve mature vengono macerate a freddo per sette ore prima di essere pressate. La fermentazione a temperatura controllata di 20 gradi e l’affinamento sui lieviti regalano note particolari, con un residuo zuccherino controllato. Giallo dorato intenso e brillante, si caratterizza al naso con note di rosa essiccata, gelsomino, salvia,miele, canditi e richiami di bosso. Bocca dolce ma molto controllata, si fa notare per una bella freschezza, chiudendo con una nota amaricante nel finale.

Vini Iconici appunto, vini che hanno saputo rapire nel raccontare il territorio, la regione, il passato ed il futuro dell’Alto Adige.

 

 

 

 

 

 

 

Categories:

I commenti sono chiusi